Xinjiang, anti-terrorismo: Cina svela nuova unita’ di comando

Tempo di lettura: 1 minuto

La ha svelato una nuova unità di comando anti-terrorismo per lo Xinjiang, addestrata per eseguire . Il gruppo antiterrorismo d’élite “Mountain Eagle Commando (MEC)” ha preso parte a un’esercitazione con personale militare del Kirghizistan, a seguito del quale il primo rapporto in assoluto è stato pubblicato su uno dei principali quotidiani statali cinesi, Cankao Xiaoxi o Reference News – gestito dall’agenzia di stampa ufficiale cinese, Xinhua. È stato istituito dalla polizia armata popolare cinese (PAP).

Questa è la terza unità operativa del commando cinese incentrata sulla lotta al terrorismo – la prima è l’unità Snow Leopard con sede a Guangzhou, che è stata istituita nel 2002, e la seconda è l’unità Falcon con sede a Pechino operativa dal 1982.

Il nome “Mountain Eagle” deriva dai campi di battaglia designati dall’unità: montagne e altipiani. Le insegne dell’unità sono un’aquila di montagna volante con il becco puntato a terra e gli artigli aperti, afferma il rapporto.

Il capo del PAP, nella regione autonoma uigura dello Xinjiang (XUAR), ha detto a Cankao Xiaoxi che è stato istituito sullo sfondo delle riforme militari in Cina.

La nuova unità è stata sottoposta a “rigorosa valutazione” da parte di autorità militari superiori a seguito delle quali, i commando, hanno ottenuto il permesso di svolgere missioni di combattimento.

Le prime informazioni pubbliche sui nuovi commandos arrivano dopo che la Cina ha pubblicato un nuovo white paper su XUAR, dicendo che non ci sono stati attacchi terroristici nella provincia da quando tre anni fa sono stati istituiti “campi di addestramento professionale”.

Fonte