Condividi nei social net

garantita a livello in entrambe le parti dell’isola divisa, ma e’ minacciata da questa divisione”.

Nella parte settentrionale di Cipro (nell’autoproclamata di Cipro Nord), la presenza di 30mila dell’esercito turco “limita la copertura mediatica degli sviluppi ”.

Nel resto dell’isola – prosegue il rapporto – “i partiti politici e la Chiesa ortodossa esercitano una grossa influenza” sui mezzi di . La Chiesa controlla parte dell’emittente televisiva “Mega”, mentre i quotidiani “Haravgi” e “ Astra” godono del sostegno del Partito comunista (Akel).

Alla luce di questa situazione il rapporto inserisce Cipro all’81mo posto sui 180 paesi contemplati nel rapporto.

ADUC