Von Braun Rotating Space Hotel

Tempo di lettura: 4 minuti

La società californiana, The Gateway Foundation, ha pubblicato piani per la Von Braun Station , un in stile nave da crociera che galleggerà in orbita terrestre bassa. Il prende il nome dal padre di Science, Wernher von Braun. La società ha rilasciato video e immagini resi digitalmente e ha in programma di rendere operativo lo hotel entro il 2027.

Questo spazioporto rotante è progettato per produrre livelli variabili di gravità artificiale aumentando o diminuendo la velocità di rotazione. Sarà un per scienziati e anche un hotel per turisti spaziali che vogliono sperimentare la vita in una stazione spaziale con il comfort della bassa gravità e le strutture di un hotel.

La stazione spaziale Von Braun comprenderà due anelli strutturali concentrici fissati insieme a una serie di raggi che supportano un anello abitativo costituito da grandi moduli vivibili.

Il mozzo di attracco interno è una struttura non pressurizzata con bracci di ancoraggio e stabilizzatori progettati per catturare veicoli spaziali in visita. C’è anche una capriata triangolare esterna supportata da una rete di raggi all’hub di aggancio.

I passeggeri accedono alla stazione attraverso una serie di tubi di accesso in pressione che collegano l’hub di aggancio alla capriata dell’anello esterno. La capriata costituirà la spina dorsale della stazione, fornendo spazio di montaggio per moduli abitabili, , radiatori e un sistema di trasporto ferroviario.

Sotto la capriata dell’anello esterno si trova l’anello abitativo, che ospita un gruppo di moduli abitativi sotto pressione come la cucina, i quarti della squadra, le ville per i turisti e i moduli per la .

Ringrazio Happy Jasta di homecrux.com

—-

BIOGRAFIA AUTORE PROGETTO L’ingegnere ed esperto di razzi Wernher von Braun è nato a Wirsitz, in Germania (ora Wyrzysk, Polonia) il 23 marzo 1912, da una famiglia benestante. Dopo aver ricevuto un telescopio da sua madre in giovane età, von Braun ha sviluppato una passione per l’astronomia. Nel 1925, che ora vive con la sua famiglia a Berlino, von Braun iniziò a leggere Die Rakete zu den Planetenrum di Hermann Oberth (“Il razzo nello spazio interplanetario”), che stimolò il suo desiderio di comprendere meglio la scienza e la matematica, in quanto le materie legate all’esplorazione dello spazio . Con la sua nuova dedizione per i suoi studi, von Braun divenne uno dei migliori studenti.

Von Braun si iscrisse all’Istituto di Tecnologia di Berlino alla fine degli anni 1920 e si laureò in ingegneria meccanica nel 1932. Si iscrisse quindi all’Università di Berlino per studiare fisica. Mentre completava i suoi studi universitari, von Braun ha condotto ricerche approfondite sul rocketry, per le quali ha ricevuto una borsa di studio dal Dipartimento di Ordnanza della Germania. La sovvenzione finanziava la ricerca di von Braun in una stazione di ricerca non lontano da Berlino, vicino all’impianto di missili a combustibile solido dell’allora capitano Walter Dornberger, un capo dipartimento delle forze armate del dipartimento dell’ordinanza. Nel 1934, ottenne un dottorato in fisica all’Università di Berlino. Nello stesso anno, von Braun guidò un gruppo che lanciò con successo due missili alimentati a liquido per oltre 1,5 miglia.

Gli ultimi anni in Germania
Trasferitosi in una nuova struttura nei primi anni ’40 a Peenemünde, un villaggio nella Germania nord-orientale, von Braun lavorò con Dornberger e il resto dell’equipaggio per lanciare nuovamente con successo missili, oltre a sviluppare il missile antiaereo supersonico Wasserfall e il missile balistico A-4. L’A-4 divenne noto come “V-2”, che significa “Vengeance Weapon 2.” Adolf Hitler si interessò presto all’uso del V-2 per scopi militari (la Germania aveva iniziato la seconda guerra mondiale nel 1939 invadendo la Polonia), e quando von Braun si rifiutò di collaborare con il capo della Gestapo Heinrich Himmler tentando l’acquisizione del progetto V-2, egli è stato imprigionato con accuse di spionaggio. Non molto tempo dopo, comunque, Hitler pubblicò personalmente von Braun. Pur non avendo mai ricevuto l’approvazione di von Braun, le forze tedesche dispiegarono la bomba volante V-2 contro la Gran Bretagna nel 1944.

Lavorare negli Stati Uniti
Nel 1945, von Braun, così come suo fratello Magnus e l’intera squadra di rocketry di von Braun, si arresero volentieri alle truppe americane. Firmando un contratto di un anno con l’esercito americano, von Braun fu trasportato in aereo in America, dove alla fine divenne direttore tecnico del progetto di missili guidati dell’esercito americano in Alabama nel 1952. Lì, lavorando al fianco del dott. William H. Pickering, ex direttore di JPL, e il Dr. James A. van Allen, era parte integrante della squadra che ha lanciato con successo il primo satellite americano per la terra artificiale, Explorer I, il 31 gennaio 1958. A capo della squadra dell’Arsenale Redstone dell’Armata, von Braun era responsabile il primo razzo Redstone Juno-I che lanciò Explorer I. Inoltre, sotto la sua direzione, furono sviluppati il ​​missile balistico Intermediate Range Jupiter (IRBM) e il missile Pershing.

Come direttore del Marshall Space Flight Center della National Aeronautics and Space Administration, dal 1960 al 1970, von Braun sviluppò il Saturno Veicoli spaziali IB e Saturno V , così come il razzo Saturno I per l’ orbita lunare dell’Apollo 8 nel 1969. Ogni lancio ebbe successo. Poiché era di bell’aspetto ed estroverso, von Braun era occasionalmente il bersaglio di attacchi verbali sia umoristici che seri riguardo l’idea di ex scienziati tedeschi che lavoravano per il programma spaziale americano.

Nel 1972 von Braun divenne vicepresidente della compagnia aerospaziale Fairchild Industries, Inc. Fondò il National Space Institute, con l’obiettivo di ottenere il sostegno pubblico per le attività spaziali, qualche anno dopo.

Morte ed eredità
Von Braun è morto il 16 giugno 1977. Durante la sua lunga carriera, von Braun ha ricevuto numerosi onori negli Stati Uniti, oltre a riconoscimenti da società professionali in tutto il mondo. È autore e coautore di vari lavori sulla scienza e la fisica dei missili. Oggi, von Braun è ancora considerato uno dei più importanti specialisti di armi nel campo della rocketry e della propulsione a reazione negli Stati Uniti.

Fonte – biography.com