Vaticano, Il principale cardinale anglicano diventa santo della Chiesa cattolica

Tempo di lettura: 3 minuti

ha conferito il cardinale John Henry Newman, il teologo e sacerdote più influente nella Chiesa anglicana britannica che in seguito ha scelto di diventare cattolico, come santo nell’evento di canonizzazione che si è tenuto in Piazza San Pietro, in , domenica 13 ottobre 2019.

Alla di canonizzazione del cardinale Newman con quattro donne scelte come sante nella Chiesa cattolica ha partecipato il principe Carlo. L’erede al trono dell’ fu un grande ammiratore di Newman come delineato nel poema intitolato L’Oservatore Romano pubblicato sul giornale vaticano.

La cerimonia di canonizzazione è stata inondata da pellegrini provenienti da tutto il Canale della Manica. Portando Union Jacks molti di loro hanno partecipato a una di un giorno a Roma.

Circa 50 mila pellegrini e inviti hanno partecipato alla cerimonia di canonizzazione cattolica per la prima persona dalla Chiesa cattolica per 43 anni.

Nella sua omelia, Papa Francesco ricorda il viaggio della cristiana. A volte è una lotta in salita e scomoda come quella di Newman.

“La fede richiede un viaggio fuori da noi stessi e può miracolosamente funzionare se lasciamo la certezza, un porto sicuro e un nido confortevole che ci conforta”, ha detto Papa Francesco su appnews.com

Newman è nato a Londra nel 1801. Era pastore della Chiesa anglicana in Inghilterra. Decise di trasferirsi come cattolico nel 1845.

Gli anglicani si separarono da Roma nel 1534 quando al re britannico Enrico VII fu rifiutato di annullare il matrimonio. Nei secoli seguenti, i in Inghilterra furono multati, discriminati e uccisi per le loro convinzioni.

Il principe Charles disse che l’esempio impavido e onesto di Newman era necessario ora, in un’era di divisione e intolleranza.

Newman, uno dei del Movimento di Oxford, il movimento di prova della Chiesa d’Inghilterra era un diretto discendente della Chiesa cristiana fondata dagli Apostoli. Ha cercato di ravvivare alcune dottrine cattoliche romane nella Chiesa d’Inghilterra guardando indietro alle prime tradizioni della Chiesa cristiana.

Nel 1845, Newman abbandonò la sua carriera accademica all’università di Oxford e al pulpito della chiesa universitaria per entrare nel cattolicesimo. Diventa uno dei più influenti di quell’epoca.

Ma le scelte di fede di Newman gli hanno fatto perdere amici, lavoro e legami familiari.

L’eredità di Newman è molto complessa per anglicani e cattolici. Ai liberali piace la loro enfasi sulla coscienza e i conservatori ammirano la loro obbedienza all’autorità e la loro devozione al celibato.

Tuttavia, alcuni attivisti gay affermano di essere uno di loro, dopo che Newman fu sepolto nella stessa tomba con il Rev. Ambrose St.John, suo amico per oltre 30 anni.

“È la fede più straordinaria per i poveri”, ha detto il statunitense Clive Richards.

Alla vigilia della canonizzazione, un alto funzionario vaticano, il cardinale Marc Oullet, dichiarò che Newman doveva essere nominato medico di chiesa per rispettare la straordinaria influenza dei suoi scritti sullo sviluppo della dottrina cristiana.

Oullet vacillò quando pronunciò un discorso su Newton e sul suo ruolo nel colmare il divario teologico tra le tradizioni anglicane e cattoliche.

Newman fu canonizzata con quattro donne, tra cui tre suore del XIX e XX secolo: suor Giuseppina Vannini dall’Italia, Mariam Thresia Chiramle Mandikiyan dall’India e Dulce Lopes Pontes dal Brasile e la laica svizzera Margherita Bays.

Lopes è nato nel 1914 da una famiglia benestante in Brasile. Si dedicò ai poveri nel paese e fondò diverse organizzazioni di .

Vannini è nato a Roma ed è diventato orfano all’età di sette anni, ma in seguito ha scoperto un comando religioso per dedicarsi alla cura dei malati.

Si dice che Mankidiyan, una suora indiana, abbia subito la ferita delle stimmate di Cristo. Ha fondato una congregazione che si è presa cura dei poveri e degli emarginati. Bays, un sarto, soffriva anche delle stimmate di Cristo.

“Hanno camminato con fede e ora chiediamo le loro preghiere”, ha detto Papa Francesco dei cinque nuovi santi nella Chiesa cattolica.

Fonte
tempo.com