Tempo di lettura: 1 minuto

Gli (Husaria in lingua polacca, Пољски хусари in lingua russa) furono il corpo militare che costituì il nerbo delle forze di dell’ del Regno di Polonia prima e della Confederazione Polacco-Lituana (v. Unione di Lublino – 1569) poi. Rispetto ai normali ussari, classificabili come forze di leggera, gli ussari polacchi erano una forza di pesante d’élite.

Fondati nel biennio 1574-1576 per volontà del sovrano Stefan Batory (regno 1576-1586), grande riformatore dell’armata confederata, gli ussari alati scomparvero per volontà del Sejm (parlamento) della Confederazione nel 1775.

Reclutati tra i ranghi della nobiltà polacco-lituana (la szlachta), i Towarzysz Husarski (“Compagni Ussari”) mantenevano alle loro dipendenze piccole squadre di (secondo il modello della lancia (unità militare), da loro armati e stipendiati, e rispondevano direttamente al rotmistrz, comandante supremo dello squadrone (chorągiew) di cavalleria. Caratteristica distintiva degli Husaria erano le “ali”, supporti di legno ornati di penne, assicurate alle loro selle o alle lamine posteriori della loro corazza.

Fonte : Wikipedia

Foto per gentile concessione di : poloniami.pl