Unione Europea, Curriculum Vitae Formato Europass: pro e contro

Tempo di lettura: 1 minuto

Il Europeo è stato introdotto in seguito alla proposta avanzata dalla , nel 2002, per l’adozione di uno standard comune a tutti i paesi UE. Il Curriculum Vitae Formato Europeo, identificato in Europass, è un formato riconosciuto in tutta Europa nato con scopi ben precisi, ma nel corso degli anni questa tipologia di Cv ha riscosso poco successo.

I pro sono adottare un formato unico e riconosciuto dai dell’unione per facilitare la ricerca del lavoro.

I contro sono che in molti europei in cerca di lavoro utilizzano ancora il classico Modello, e, peraltro, numerose aziende non richiedono questo tipo di cv ed in alcuni paesi viene addirittura sconsigliato.

Il problema fondamentale sta nel fatto che il Curriculum Europass ha delle criticità per quei che, nel corso degli anni, hanno accumulato molte , formative e/o professionali, poiché spesso è necessario utilizzare anche 3 o 4 pagine, ma i selezionatori leggono Cv corti al max 2 pagine.

Nel , salvo aggiornamenti futuri, il deve indicare le Capacità e Competenze, ma non viene fornito un elenco da cui attingere o prendere spunto e la maggior parte non sanno cosa scrivere, inserendo le solite competenze poco credibili.

In pratica Europass dovrebbe dare aiuto, ma ad oggi non lo è per i candidati europei. Auguriamoci che, nel futuro lo sarà. Ai posteri…