UE, Il Regno Unito non partecipa piu’ a nessun processo decisionale

Tempo di lettura: 2 minuti

Il 31 gennaio 2020, il Regno Unito ha lasciato formalmente l’ dopo 47 anni di adesione. Tuttavia, per un periodo transitorio che si concluderà il 31 dicembre 2020, sarà comunque coperto da tutti gli accordi attuali, tra cui l’adesione al mercato unico europeo e all’Unione doganale dell’ e diritti quali la libera circolazione dei lavoratori in tutta l’UE. L’unico vero cambiamento entrato in vigore il 31 gennaio è che il Regno Unito non parteciperà più a nessun processo decisionale dell’UE e non avrà più rappresentanza al Parlamento europeo.

Il Regno Unito ha evitato una senza accordi e i datori di possono emettere un sospiro di sollievo?

La legge sull’accordo di recesso dell’UE approva le condizioni dei pagamenti di uscita del Regno Unito verso l’UE, le disposizioni doganali che si applicheranno all’Irlanda del Nord a lungo termine e un periodo di transizione di 11 mesi (a partire dal 31 gennaio 2020) durante il quale il Regno Unito e l’UE tenterà di negoziare i termini delle loro relazioni future. Se non riusciranno a concordare tali condizioni, la Gran (ma non l’Irlanda del Nord) tornerà alle regole commerciali dell’ nei suoi scambi con l’UE. Questo è ciò che è stato più colloquialmente noto come una “Brexit dura”.

Quali sono le conseguenze pratiche della Brexit per i datori di lavoro nel Regno Unito?

Mentre l’uscita del Regno Unito dall’UE, in teoria, apre la strada al governo per modificare o revocare le leggi sull’occupazione senza alcun contributo dall’Europa, non si prevedono immediatamente cambiamenti all’ingrosso che colpiscono i datori di lavoro in nessuno dei due scenari.

Mentre la Brexit consentirà al governo del Regno Unito di apportare modifiche alle leggi sul lavoro, è improbabile che vengano modificati aspetti fondamentali del diritto del lavoro nel Regno Unito, come la protezione dal ingiusto e dalla discriminazione.

Il Regno Unito cesserà di essere automaticamente influenzato dagli sviluppi giuridici europei alla scadenza del periodo di transizione.

Il Regno Unito sarà quindi esente dall’imminente dell’UE come la direttiva sull’equilibrio tra vita professionale e vita privata per genitori e assistenti sanitari e il progetto di direttiva sull’equilibrio di genere a livello di consiglio di amministrazione.

Continua l’approfondimento di questa informazione.