Turchia e Russia iniziano pattuglie comuni nel nord della Siria

Tempo di lettura: 1 minuto

Le truppe turche e russe equipaggiate con e droni hanno iniziato le pattuglie di terra congiunte nella Siria nord-orientale venerdì, quanto ha scritto in twitter il turco.

Le pattuglie si svolgono nell’ambito di un accordo stipulato dal presidente turco e dal suo omologo russo, , che richiede ai combattenti curdi siriani di ritirarsi a 30 chilometri (19 miglia) dal confine turco.

Le pattuglie mirano a garantire che i combattenti si siano ritirati e a proteggere l’area. La ha precedentemente affermato che il ritiro è completo.

L’accordo ha bloccato un’offensiva turca iniziata il mese scorso contro i combattenti curdi, che Ankara considera legati a una ribellione curda in .

La Turchia è entrata nell’area dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato il ritiro delle truppe statunitensi dalla regione, all’inizio di ottobre 2019.

Mercoledì Erdogan ha dichiarato che le truppe pattugliano a una profondità di 7 chilometri all’interno del siriano.

Fonte DW.com