Traffico attuale di esseri umani, in particolare donne e bambini;

Tempo di lettura: 3 minuti

In Europa, dopo la caduta della cortina di ferro , i paesi dell’ex blocco orientale come Albania, Moldavia, Bulgaria, Russia , e sono stati identificati come i principali paesi di origine per il traffico di donne e bambini.

Le giovani donne e ragazze sono spesso attirate nei paesi più ricchi dalle promesse di denaro e lavoro e quindi ridotte alla schiavitù sessuale. Si stima che due terzi delle donne trafficate per in tutto il mondo provengano ogni anno dall’Europa orientale e dalla Cina , di cui tre quarti non hanno mai lavorato come prostitute prima.

Le principali destinazioni sono Belgio , Paesi Bassi , Germania , Italia , Turchia , Medio Oriente ( Israele , ), Asia , Russia e Stati Uniti.

Americhe

In , molte attirano e catturano le donne e le usano nei bordelli.

Una volta che le donne diventano inutili per le organizzazioni, vengono spesso uccise.

Spesso, le organizzazioni criminali si concentrano su ragazze povere e disoccupate e le attirano attraverso offerte di lavoro (lavori regolari), effettuate tramite cartelloni pubblicitari e poster, collocate per le strade.

In alcune città, come Ciudad Juárez , esiste un alto grado di corruzione a tutti i livelli nella scala sociale (polizia, tribunali, …) che rende più difficile combattere questa attività criminale.

Gli hotel dove vengono trattenute le donne e che sono noti alla polizia spesso non vengono fatti irruzione / chiusura dalla polizia. Né vengono esaminate attivamente le offerte di lavoro.

Alcune ONG come Nuestras Hijas de Regreso a Casa AC stanno cercando di reagire, spesso senza molto successo.

Negli Stati Uniti, nel 2002, il Dipartimento di Stato americano ha ripetuto una precedente stima della CIA secondo cui ogni anno circa 50.000 donne e bambini vengono portati contro la loro volontà negli Stati Uniti per sfruttamento sessuale.

L’ex segretario di Stato Colin Powell ha affermato che “all’estero, le vittime della tratta di esseri umani sono in condizioni disumane – in bordelli , saloni di calore , campi e persino in case private”. Oltre alle vittime della tratta internazionale, anche i cittadini americani sono costretti a prostituirsi. Secondo il National Center for Missing and Exploited Children, “da 100.000 a 293.000 bambini sono in pericolo di diventare merci sessuali”.

Medio Oriente
Le donne dell’Europa orientale vengono trafficate in diversi paesi del Medio Oriente, tra cui la Turchia e gli Emirati Arabi Uniti. Fino al 2004, Israele era una destinazione del traffico di esseri umani per l’industria del sesso.

Un numero elevato di donne irachene in fuga dalla guerra in Iraq si è rivolta alla prostituzione, mentre altre sono state trafficate all’estero, verso paesi come Siria, , Egitto, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Turchia e Iran.

Nella sola Siria , circa 50.000 ragazze e donne rifugiate irachene , molte delle quali vedove, erano diventate prostitute.

Le prostitute irachene economiche hanno contribuito a rendere la Siria una destinazione popolare per i turisti sessuali prima della guerra civile siriana . I clienti provengono da paesi più ricchi del Medio Oriente. Prezzi elevati per le vergini.

Asia
In Asia, il Giappone è il principale paese di destinazione per le donne trafficate , in particolare dalle Filippine e dalla . Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha valutato il Giappone come un paese “Tier 2” o “Tier 2 Watchlist” ogni anno dal 2001, nei suoi rapporti annuali sulla . Entrambi questi rating implicavano che il Giappone (in misura maggiore o minore) non era pienamente conforme agli standard minimi per l’eliminazione del traffico di tratta di esseri umani.

A partire dal 2009, circa 200.000 a 400.000 persone sono trafficate attraverso il sud-est asiatico , in gran parte per prostituzione.

È comune che le donne tailandesi siano attirate in Giappone e vendute a Yakuza bordelli controllati dove sono costretti a lavorare a scapito del loro prezzo.

Inoltre in Giappone, il pregiudizio e l’assenza di atti antidiscriminazione spesso spingono una donna trans in prostituzione forzata.

In Cambogia, almeno un quarto delle 20.000 persone che lavorano come prostitute sono bambini con alcuni di età pari a 5 anni.

Alla fine degli anni ’90, l’ UNICEF ha stimato che ci sono 60.000 prostitute minorili nelle Filippine, descrivendo Angeles City bordelli come “famigerato” per offrire sesso con i bambini.

Nell’ultimo decennio è stato stimato che ogni anno 6.000 – 7.000 ragazze vengono trafficate dal Nepal. Ma questi numeri sono recentemente aumentati sostanzialmente.

I numeri attuali per le ragazze trafficate fuori dal paese sono ora da 10.000 a 15.000 all’anno. Ciò è aggravato dal fatto che la Central Intelligence Agency degli Stati Uniti afferma che la maggior parte delle ragazze trafficate valgono attualmente, nel loro arco di una prostituta, circa $ 250.000 (USD) sul mercato dei commerci sessuali.

Corea del Nord
Lo stato nordcoreano si impegna nella prostituzione coatta. Ragazze di 14 anni vengono arruolate per lavorare nel kippŭmjo . Non tutti i kippŭmjo lavorano come prostitute; la fonte utilizzata non è chiara se solo le donne adulte siano assegnate alla prostituzione o se vi sia prostituzione nei bambini .

Altre attività di kippŭmjo sono il massaggio e il canto e la danza seminudi. Secondo la stessa fonte dell’aprile 2005, “dal 60 al 70% dei disertori [della Corea del Nord] [nella cinese] sono donne, dal 70 all’80% delle quali vittime della tratta di esseri umani”.

Le autorità nordcoreane puniscono severamente o addirittura uccidono le prostitute rimpatriate e uccidono i loro figli cinesi, nati e non nati allo stesso modo.