[Toscana] Video camere in aumento sul territorio

Tempo di lettura: 1 minuto

Video camere di sorveglianza in aumento sul territorio toscano. L’obiettivo è quello di monitorare e prevenire la viabilità e l’accesso ai centri storici, con una implementazione di altri quindici sistemi di sorveglianza per un totale di settanta video camere sui territori del , , , Greve e . “Questo progetto – commenta il sindaco di San Casciano Massimiliano Pescini, con delega alla Polizia Locale per l’Unione comunale – nasce dalla necessità di dare maggiore sicurezza al territorio e incrementare il controllo sulle aree che presentano maggiori criticità legate alla viabilità, all’ordine e alla sicurezza pubblica, al decoro urbano di alcune zone dove è sempre più diffuso l’abbandono dei rifiuti.

L’intento è anche quello di prevenire fatti criminosi attraverso una costante collaborazione con le forze dell’ordine. Gli impianti monitoreranno in diretta le aree di pertinenza”.

Nel Comune di Barberino il sistema di sorveglianza sarà nell’area compresa tra il parcheggio di via Foscolo e la Pinetina, sulla S.R. 429 dove si registra un notevole traffico di veicoli per la presenza della zona industriale e commerciale.

L’implementazione e la sostituzione dei sistemi obsoleti dei video di sorveglianza ha un costo di circa 35mila euro.