Toscana, Super batterio resistente agli antibiotici

Tempo di lettura: 1 minuto

Le aziende sanitarie della Regione sono in grado di affrontare il fenomeno di un inaspettato aumento della positività al batterio New Delhi (metal-beta-lattamasi), rilevato tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019 tra i pazienti degli ospedali. È un batterio tra i più resistenti agli antibiotici.

La Regione Toscana, per tramite dell’assessorato preposto alla salute, riferisce che il fenomeno presente in tutto il territorio sta interessando in particolare la zona nord-occidentale della Toscana, dove sono 350 i pazienti portatori del batterio di cui 44 leggermente infetti nel sangue.

La Regione ha adottato un decreto con tutte le misure di monitoraggio e intervento per combattere la diffusione del batterio.

“Grazie all’impegno del personale – sempre la Regione – il numero di pazienti che sono portatori dall’inizio della diffusione fino ad oggi è costantemente monitorato, e i portatori vengono prontamente identificati e messi in atto regolarmente a causa delle precauzioni igieniche non permettere la diffusione del batterio ”.

Fonte

Approfondimenti medici (doc in pdf)