[Toscana] Priorità per esecuzione test sierologici rapidi; chi li deve fare

Tempo di lettura: 1 minuto

Ai sensi dell’art.32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978 n.833 in materia di igiene e sanità
pubblica:1. di integrare gli ambiti di soggetti, già previsti con l’ordinanza n.23/2020, cui dare priorità per la
esecuzione dei test sierologici rapidi, con i seguenti:

e ;
esercizi commerciali e grandi strutture di vendita alimentare, unitamente agli
addetti al trasporto merci;
• lavoratori di aziende pubbliche o private relative allo smaltimento e raccolta dei rifiuti,
la cui implica il contatto con rifiuti potenzialmente infetti;
• dipendenti Pubblici, la cui attività implica il contatto con il pubblico;
• dipendenti degli Uffici Postali, la cui attività implica il contatto con il pubblico;
• dipendenti dei servizi bancari, finanziari e assicurativi, la cui attività implica il contatto
con il pubblico;
• lavoratori dei servizi a domicilio;
• lavoratori della e della emittenza televisiva a contatto con il pubblico;
• edicolanti e librai;
operatori del locale, la cui attività implica il a contatto con il
pubblico;
• tassisti;
• operatori delle / di onoranze funebri;
• operatori della logistica, la cui attività implica il contatto con il pubblico;
• personale dei consolati a contatto con il pubblico;
• personale dei porti e degli ;
• lavoratori del distretto Cartario, in quanto distretto che ha sempre lavorato e che può
essere pilota di valutazione per i successivi distretti industriali toscani;

Fonte Istituzionale