Toscana, La giunta regionale investe su infrastrutture e fiumi

Tempo di lettura: 2 minuti

soldi-630x300

Le risorse sono state trovate grazie anche alla collaborazione con l’assessorato all’ambiente, che ha rimodulato nei due anni la propria spesa, e si aggiungono ai 15 milioni e 160 mila, per lo stesso biennio, contenuti nella proposta licenziata nel corso dell’estate dalla giunta. Si tratta di interventi a strade, canali e , ponti e maggiori risorse destinate a progettazioni. SI parla di 12 milioni e 788 mila euro in tutto, un po’ più della metà da spendere nel 2017 (6 milioni e 838 mila euro) e il resto (5 milioni e 950 mila) per il 2018.

Gli investimenti previsti nel nuovo emendamento sono i seguenti.

L’intervento più grande riguarda la sicurezza stradale: 3,5 milioni, 1 milione e 200 mila nel 2017 e 2 milioni e 300 mila nel 2018. Di questi, due milioni serviranno a finanziare un bando rivolto ai comuni per mettere in sicurezza le proprie strade mentre il milione e mezzo che rimane è destinato alla regionale 68, la strada che collega l’Aurelia alla Cassia, da Cecina a Colle Val d’Elsa, per la messa in sicurezza della cosiddetta ‘curva della morte’ nel comune di Volterra. Ci sono ponti da adeguare: quello Catolfi a Laterina in provincia di Arezzo (400 mila euro nel 2017 e 1 milione e 350 mila nel 2018), il ponte sull’Arno a Ponte a Buriano (700 mila euro, 300 mila il primo anno e il resto il secondo), il ponte sul torrente Verde lungo la strada comunale Cadugo-Cervara a Pontremoli (400 mila euro nel 2017 per ripristinare la viabilit&a grave;) e il ponte sul Serchio (250 mila euro nel 2016 per collegare la statale dell’Abetone e la provinciale Francigena).

Per quanto riguarda le strade c’è l’adeguamento del collegamento tra il polo tecnologico di Empoli e lo svincolo “Empoli Est” sulla Fi-Pi-Li (1 milione e 448 mila euro nel 2017). Si investe anche sulla locale per meglio integrarla con le strade regionali: 900 mila euro sono destinati al comune di Signa per il primo lotto di un intervento già pronto a partire, mentre Lastra a Signa e Campi Bisenzio potranno contare su 120 mila euro ciascuno per progettare le opere.

Sulla viabilità a nord di Pisa, nel territorio comunale della città e di San Giuliano, la giunta mette a disposizione 800 mila euro (600 mila nel 2017 e 200 mila nel 2018). Sempre a Pisa sono destinati 300 mila euro per indagini sulla profondità ed escavi nel canale dei Navicelli (un terzo il primo anno, il resto nel 2018) ed altrettanti per il canale Burlamacca a Viareggio. Con l’aggiunta alla variazione di bilancio che sarà presentata in aula vengono riservati anche 2 milioni, a valere sul 2017, per il fondo “Riserve e imprevisti”, un fondo a disposizione del settore per far far fronte a interventi necessari ma non programmati.

Assi di Lucca
La interviene anche sugli assi di Lucca: 15 milioni (2 nel 2017 e 13 nel 2018) che si aggiungono ai 2 già stanziati per la progettazione. Il contributo per realizzare i trenta chilometri di tangenziale a doppia corsia per collegare la viabilità del fondo valle del Serchio all’autostrada e Altopascio, Capannori e Porcari, da nord a sud e da est a ovest dunque, non rientra nell’emendamento che sarà presentato in aula martedì ma era già state approvata dalla giunta con una variazione alla legge di stabilità, parallela alla variazione al ‘collegato’. Il costo complessivo degli interventi è di 275 milioni: il Cipe ha dato il via libera lo scorso 10 agosto e ora si può procedere con la progettazione definitiva e esecutiva.

Regione