Thirty Meter Telescope ( TMT ), osservare lo spazio in profondita’

Tempo di lettura: 2 minuti

Il è un osservatorio astronomico proposto con un telescopio estremamente grande (ELT) che è diventato fonte di controversie sulla sua posizione pianificata a Mauna Kea , nell’isola di Hawaii, nello stato americano delle Hawaii . La costruzione del TMT su un terreno sacro alla cultura e alla religione native hawaiane ha attirato la copertura della stampa dopo l’ottobre 2014, quando la costruzione è stata temporaneamente interrotta a causa delle proteste.

Mentre la costruzione del telescopio era prevista per riprendere il 2 aprile e successivamente il 24 giugno 2015, è stata bloccata ogni volta da ulteriori proteste.

Il consiglio di terra e le risorse naturali hanno approvato il progetto TMT, ma la Corte suprema delle Hawaii ha invalidato i permessi di costruzione nel dicembre 2015, stabilendo che il consiglio non aveva seguito la procedura prevista.

Il 30 ottobre 2018, la Corte approvò la ripresa della costruzione e il governo delle Hawaii David Ige annunciò che la costruzione riprendesse la settimana del 15 luglio 2019.

La posizione originale per il TMT era Mauna Kea , la cima dei 4.200 metri alle Hawaii.

Mauna Kea è un’eccellente posizione, ed è la casa di molti telescopi, in particolare l’Osservatorio Keck, il Gemini Telescope , il Subaru Telescope , il Canada-France-Hawaii Telescope e il James Clerk Maxwell Telescope .

Mauna Kea è anche il sito dell’antenna più occidentale della Veryeline Baseline Array .

La disputa tra alcuni del popolo hawaiano e il TMT è stata ben documentata altrove, ma la lamentela di fondo sul TMT è che la cima del Mauna Kea è terra sacra, e vorrebbero che il TMT fosse costruito altrove.

Nella costruzione del telescopio vi sono miliardi di dollari di investimento.

La Fondazione Gordon e Betty Moore ha impegnato $ 200 milioni per la costruzione. Caltech e l’ Università della California hanno impegnato ulteriori US $ 50 milioni ciascuno. Anche il Giappone, che ha il suo grande telescopio a Mauna Kea, la Subaru da 8,3 metri, è un partner.

Nel 2008, l’Osservatorio Astronomico Nazionale del Giappone ( NAOJ ) è entrato a far parte di TMT come Istituto collaboratore.

L’anno successivo, il costo del telescopio era stimato a $ 970 milioni a $ 1,4 miliardi.

Quello stesso anno, gli Osservatori Astronomici Nazionali dell’Accademia Cinese delle Scienze ( NAOC ) si unirono a TMT come osservatore.

Nel 2010, un consorzio di istituti di ricerca sull’astronomia indiana ( IIA , IUCAA e ARIES ) ha aderito al progetto TMT come osservatore. Lo status di osservatore è il primo passo per diventare un partner a pieno titolo nella costruzione del TMT e partecipare allo sviluppo ingegneristico e all’uso scientifico dell’osservatorio (soggetto all’approvazione dei finanziamenti del governo indiano).

Due anni dopo, l’India e la Cina divennero partner con rappresentanti nel consiglio di amministrazione della TMT. Entrambi i paesi hanno concordato di condividere i costi di costruzione del telescopio, che dovrebbero raggiungere $ 1 miliardo.

Il continuo impegno finanziario del governo canadese era stato messo in dubbio a causa delle pressioni economiche. Tuttavia, il 6 aprile 2015, il primo ministro Stephen Harper ha annunciato che il Canada avrebbe impegnato $ 243,5 milioni per un periodo di 10 anni.

Fonti
universetoday.com
wikipedia.org
tmt.org