Thailandia, Detriti marini: Banca mondiale per aiutare a finanziare il piano di gestione

Tempo di lettura: 1 minuto

La si è impegnata a fornire sostegno finanziario agli sforzi del di gestire i detriti marini nelle sue acque. Il segretario permanente per le e l’, Wijarn Simachaya, ha dichiarato che la Banca mondiale e diverse altre istituzioni finanziarie straniere si sono impegnate a contribuire al del piano di gestione dei detriti marini della .

Parlando come ospite della 30a riunione degli alti funzionari dell’Asean sull’ambiente (ASOEN) di Bangkok mercoledì, Wijarn ha affermato che i detriti marini sono una delle principali questioni discusse più volte tra i membri dell’asean.

Inoltre, Wijarn ha dichiarato che la Tailandia riceverà un pacchetto finanziario separato che andrà direttamente al governo per aiutare il regno a gestire la sua terrestre in modo che non finisca come detriti marini.

Wijarn ha affermato che, con il sostegno della Banca mondiale, il governo utilizzerà il principio dell’economia circolare per gestire i detriti marini.

Lo scorso luglio, il gabinetto ha approvato la tabella di marcia per la gestione dei detriti marini, che contiene un lasso di tempo per porre fine all’uso di alcuni tipi di – come sigilli di tappo di bottiglia, microsfere, contenitori per alimenti in polistirolo e cannucce di monouso.

La Thailandia produce circa 22 milioni di tonnellate di rifiuti all’anno, circa sei milioni di tonnellate che finiscono per essere detriti marini a causa di una gestione impropria.

Fonte: Bangkok Post

Foto per gentile concessione di: tw.stockfresh.com