Giornalismo incorporato e suoi problemi

Il giornalismo incorporato si riferisce a quello in connessione con conflitti militari attivi. In genere, il giornalismo è estremamente di parte perché il giornalista è reso consapevole solo di una parte di un conflitto e solo delle opinioni positive di quella parte. Questo tipo di giornalismo è diventato il più importante nell’invasione americana dell’Iraq nel 2003. Leggi tutto “Giornalismo incorporato e suoi problemi”

Media e democrazia, Diritto di accesso alla informazione?

Nella Costituzione quando ci si trova a dover discutere di diritto all’informazione oppure di libertà, si è portati a pensare, in maniera del tutto naturale, proprio alla disposizione di cui all’art. 21. Alcuni giuristi dicono che, nel nostro testo costituzionale, non vi è alcuna disposizione la quale parli dell’esistenza di un diritto dei singoli (rectius: dei cittadini) di informarsi, liberamente, da qualsiasi fonte e senza ostacoli. Leggi tutto “Media e democrazia, Diritto di accesso alla informazione?”

2012, Stampa: un anno tra profezie catastrofiche e le solite realtà

La fine del mondo predetta dal calendario Maya, per il 21-12-2012, non è avvenuta. La stampa mondiale cartacea, in primis, è in perdita a causa di lettori che iniziano a capire che bisogna premiare chi effettivamente lavora per fornire notizie scevre di commenti ed opinioni di parte. Per alcuni editori questa emorragia è irreversibile, ma d’altronde non si può chiedere sostegni economici se poi fornisci una informazione che al contribuente interessa poco o nulla, salvo i lettori dei vari schieramenti politici. Leggi tutto “2012, Stampa: un anno tra profezie catastrofiche e le solite realtà”