[Italia] Covid-19, Fase Due: Mascherine e bavaglio per la stampa?

«Mascherine per tutti e bavaglio alla stampa. Se questa è la fase due dell’emergenza immaginata dalla rivista online Medical facts, a direzione Roberto Burioni, va subito rispedita al mittente, almeno nella parte che riguarda gli organi di informazione. Pensare, come riferisce l’agenzia Askanews, che sia necessaria una “condivisione della strategia comunicativa con l’Ordine dei Giornalisti e i maggiori quotidiani a tiratura nazionale, nonché le principali testate radio-televisive pubbliche e private per evitare i danni potenziali sia dell’allarmismo esagerato che della sottovalutazione facilona o addirittura negazionista (utilizzando anche l’esperienza sul campo nel rapporto medico-paziente)” significa voler dettare la linea alla stampa italiana». Lo afferma Raffaele Lorusso, segretario generale della Federazione nazionale della Stampa italiana.

«Così come nessun giornalista di buon senso si sognerebbe di mettere in discussione la competenza del professor Burioni e degli scienziati che collaborano con la sua rivista – prosegue Lorusso –, allo stesso tempo la comunità scientifica deve rispettare il lavoro e la libertà dei giornalisti e degli organi di informazione. Un conto è il contrasto alle fake news in ambito medico-scientifico, e su questo fronte il giornalismo professionale è in prima linea, un altro immaginare una regia unica dell’informazione, per giunta con la collaborazione di qualche organismo della professione. Sarebbe la negazione del pluralismo dell’informazione, del diritto di cronaca e di quella libertà di espressione che, comunque, non esimono i giornalisti dal rispetto della verità sostanziale dei fatti».

«Dal professor Burioni e dai suoi collaboratori, peraltro presenti come non mai sui più importanti organi di stampa, ci si aspetta la moltiplicazione degli sforzi per arrivare alla scoperta di una cura e di un vaccino efficaci contro il Covid-19, non l’elaborazione di modelli che porterebbero al pensiero unico. Anche e soprattutto in tempi di emergenza – conclude il segretario Fnsi – è bene che ciascuno faccia il proprio mestiere senza invasioni di campo».

FNSI

Giornalisti aggrediti a Firenze: Odg Toscana rinnova appello ai prefetti a disporre maggiore vigilanza

In Toscana si è verificato un nuovo episodio di violenza ai danni di un giornalista. Dopo l’aggressione di Livorno, è accaduto a Firenze. Antonio Passanese, cronista del Corriere Fiorentino è stato insultato e poi aggredito mentre si trovava in strada per realizzare un servizio per la testata. Leggi tutto “Giornalisti aggrediti a Firenze: Odg Toscana rinnova appello ai prefetti a disporre maggiore vigilanza”

Carta Informazione e Pubblicità

LA CARTA INFORMAZIONE E PUBBLICITA’
Protocollo d’intesa del 14 aprile 1988

Federazione della Stampa Italiana
Ordine dei Giornalisti
AssAP (Associazione italiana agenzie pubblicità a servizio completo)
AISSCOM (Associazione italiana studi di comunicazione)
ASSOREL (Associazione agenzie di relazioni pubbliche a servizio completo)
FERPI (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana)
OTEP (Associazione Italiana delle organizzazioni professionali di tecnica pubblicitaria)
TP (Associazione italiana tecnici pubblicitari) Leggi tutto “Carta Informazione e Pubblicità”

Tariffario compensi minimi, per i giornalisti lavoratori autonomi – freelance

Decalogo per la formulazione e le modalità di applicazione
del tariffario dei compensi minimi per i giornalisti lavoratori autonomi – freelance

1 – Il compenso per il lavoro giornalistico autonomo deve essere commisurato sia al tempo impiegato per la preparazione e la ricerca che alla consistenza quantitativa del lavoro prodotto.

2 – Il lavoro autonomo deve costare di più rispetto a quello dipendente.
Leggi tutto “Tariffario compensi minimi, per i giornalisti lavoratori autonomi – freelance”

Carta di Roma, Protocollo deontologico concernente richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana, condividendo le preoccupazioni dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) circa l’informazione concernente rifugiati, richiedenti asilo, vittime della tratta e migranti, richiamandosi ai dettati deontologici presenti nella Carta dei Doveri del giornalista Leggi tutto “Carta di Roma, Protocollo deontologico concernente richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti”

Aggiornamento della Carta di Treviso, richiamata dal codice di deontologia

Deliberazione del Garante per la Protezione dei dati personali del 26 ottobre 2006 “Aggiornamento della Carta di Treviso, richiamata dal codice di deontologia, relativo al trattamento dei dati personali nell’esercizio dell’attivita’ giornalistica.” (Deliberazione n. 49/06).

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI
DELIBERAZIONE 26 ottobre 2006
Aggiornamento della Carta di Treviso, richiamata dal codice di deontologia, relativo al trattamento dei dati personali nell’esercizio dell’attivita’ giornalistica. (Deliberazione n.49/06). Leggi tutto “Aggiornamento della Carta di Treviso, richiamata dal codice di deontologia”