SUGGERIMENTI PER RENDERE LE ETICHETTE PIÙ FACILI DA LEGGERE

Tempo di lettura: 2 minuti

Sei il tipo di che di solito legge le etichette degli ? Un del ha rilevato che il 70% delle persone ha questa abitudine, ma più della metà non capisce le informazioni ivi contenute.

Per garantire una dieta più equilibrata e sana, è necessario comprendere ogni singolo elemento perché è lì che si trova l’informazione nutrizionale del cibo. Ma poiché sappiamo che la difficoltà esiste, separiamo alcuni suggerimenti per imparare tutto su come leggere un’etichetta, dai un’occhiata!

Elenco degli

Anche se sembra l’elemento più semplice da analizzare, vale la pena notare che l’ordine degli ingredienti inizia sempre con quello che ha più quantità. Per esempio, se su un integrale, la farina di frumento viene prima, significa che la sua quantità nel è grande, indicando che il cibo non è così pieno.

Informazioni nutrizionali

Il tavolo, solitamente situato sul retro dei pacchi, sembra essere un animale a sette teste, ma non è altro che l’informazione nutrizionale del cibo. In esso sono indicate le calorie del prodotto, la quantità di , proteine, grassi, fibre, sodio e altri nutrienti opzionali, come , . Le informazioni sono fornite sulla base di 1 porzione del prodotto, che è solitamente descritta in misure fatte in casa come 1 fetta di pane, 1 pacchetto, 5 wafer o 1 unità.

% DV: cosa significa?

Questo simbolo percentuale, accompagnato dalle iniziali VD, è responsabile di mostrare quanto cibo presenta e nutrienti in relazione a una dieta da 2000 kcal al giorno. Ogni sostanza nutritiva presenta un valore diverso per calcolare il RV.

Dieta raccomandata

La dieta standard, raccomandata per un adulto, è di 2000 calorie. Questa quantità dovrebbe essere consumata durante il giorno, tra i , come colazione, pranzo, cena e spuntini. Il valore giornaliero per ciascun nutriente dovrebbe essere:

Carboidrati: 300 g

Proteine: 75 g

Grasso totale: 55g

Grassi saturi: 22 g

Alimento fibra: 25g

Sodio: da 2000 a 2400 mg

Zuccheri: 150 g

Fonte