Stati Uniti vietano a China Nuclear Power Corp intrattenere rapporti commerciali con società americane

Tempo di lettura: 2 minuti

Il ministero degli cinese ha condannato la decisione degli di vietare a China Corp e tre dei suoi sussidi di intrattenere rapporti commerciali con società statunitensi come abuso del controllo delle .

Mercoledì scorso, gli Stati Uniti hanno aggiunto 17 entità all’Elenco delle entità, inclusa la compagnia nucleare cinese di proprietà statale, secondo il US Federal Register .

Le entità cinesi sono state aggiunte all’elenco “perché ognuna di queste quattro entità cinesi ha intrapreso o consentito gli sforzi per acquisire tecnologie nucleari e materiali statunitensi avanzati per diversificare gli usi militari in ”, ha affermato.

Il portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying ha dichiarato in una dichiarazione giovedì che la mossa non solo danneggerà le società cinesi ma anche quelle americane.

Aggiungendo CGN e le sue filiali all’elenco, “gli Stati Uniti hanno abusato del concetto di sicurezza nazionale e della misura del controllo delle esportazioni”, ha affermato. “Fa male non solo alle società cinesi ma anche alle degli Stati Uniti e non solo.”

L’amministrazione Trump ha alle aziende tecnologiche cinesi di fare affari negli Stati Uniti, dopo aver inserito diverse società nella Lista di iscrizione con il pretesto della sicurezza nazionale.

A maggio, il Dipartimento del degli Stati Uniti ha aggiunto Huawei e le sue affiliate all’elenco, concludendo che il colosso della tecnologia cinese si era “impegnato in attività contrarie alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti o all’interesse della ”.

La Cina ha criticato le mosse come “inadeguate” mentre sollecita gli Stati Uniti a tornare a operare secondo i principi del .

“La Cina si oppone fermamente all’atto degli Stati Uniti di minare l’interesse della Cina e di altri paesi attraverso politiche unilaterali e protezionistiche”, ha detto Hua. “Speriamo che gli Stati Uniti afferrino la situazione, smettano di commettere e si attengano a consultazioni alla pari per una soluzione”.

fonte