Stati Uniti, i talebani firmano accordo per cessare guerra in Afghanistan

Tempo di lettura: 2 minuti

Gli Stati Uniti, sabato 29 Febbraio 2020, hanno firmato un accordo di pace con i militanti per porre fine a 18 anni di spargimenti di sangue in Afghanistan e consentire, alle truppe statunitensi, di tornare a casa dalla più lunga guerra americana.

In base all’accordo, gli Stati Uniti avrebbero ridotto le proprie forze a 8.600 da 13.000 nei prossimi 3-4 mesi, con le restanti forze statunitensi ritirate in 14 mesi. Il ritiro completo, tuttavia, dipenderà dal fatto che i talebani rispettino i loro impegni per prevenire il .

Attualmente ci sono più di 16.500 soldati che prestano servizio sotto la bandiera della NATO, di cui 8000 americani. La Germania ha il prossimo contingente più grande, con 1.300 truppe, seguita dalla Gran Bretagna con 1.100.

In tutto, 38 paesi della NATO stanno contribuendo con le forze in Afghanistan. L’alleanza ha ufficialmente concluso la sua missione di combattimento nel 2014 e ora fornisce addestramento e supporto alle forze afghane.

Gli Stati Uniti hanno un contingente separato di 5.000 truppe schierate per svolgere missioni antiterrorismo e fornire supporto aereo e di terra alle forze afghane quando richiesto.

Il presidente George W. Bush ordinò l’invasione dell’Afghanistan guidata dagli Stati Uniti in risposta agli attacchi dell’11 settembre 2001.

Alcune truppe statunitensi che attualmente servono lì non erano ancora nate quando il World Trade Center è crollato in quella mattina frizzante e soleggiata che ha cambiato il modo in cui gli americani vedono il mondo.

Gli Stati Uniti hanno speso oltre 750 miliardi di dollari e da tutte le parti la guerra è costata decine di migliaia di vite perse, permanentemente sfregiate e interrotte in modo indelebile.

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha partecipato alla cerimonia in Qatar, dove i talebani hanno un ufficio politico, ma non ha firmato l’accordo. Invece, è stato firmato dall’inviato della pace degli Stati Uniti Zalmay Khalilzad e dal leader dei talebani Mullah Abdul Ghani Baradar.

Fonte : newindianexpress . com