Stati Uniti, Diminuzione temperatura corpo umano dalla rivoluzione industriale

Tempo di lettura: 2 minuti

Nel 1851, il medico tedesco Carl Reinhold August Wunderlich ottenne milioni di temperature ascellari da 25.000 pazienti a Lipsia, stabilendo così lo standard per la normale temperatura del di 37 ° C o 98,6 ° F (intervallo: 36,2-37,5 ° C [97,2- 99,5 ° F]) ( Mackowiak, 1997 ; Wunderlich e Sequin, 1871 ). Una raccolta di 27 studi moderni, tuttavia ( Sund-Levander et al., 2002 ), ha riferito che la temperatura media è uniformemente inferiore alla stima di Wunderlich.

Recentemente, un’analisi di oltre 35.000 pazienti britannici con quasi 250.000 misurazioni della temperatura, ha rilevato che la temperatura orale media era di 36,6 ° C, confermando questo valore più basso ( Obermeyer et al., 2017).

Rimanere senza risposta è se la differenza osservata tra le medie di Wunderlich e quelle moderne rappresenta un vero cambiamento o distorsione dal metodo per ottenere la temperatura (ascellare di Wunderlich contro orale oggi) o dalla qualità dei termometri e dalla loro calibrazione ( Mackowiak, 1997 ).

Wunderlich ha ottenuto le sue misurazioni in un’era in cui l’aspettativa di vita era di 38 anni e le infezioni croniche non trattate come la tubercolosi, la sifilide e la parodontite hanno colpito grandi proporzioni della popolazione ( Murray et al., 2015 ; Tampa et al., 2014 ; Richmond, 2014 ) .

Queste malattie infettive e altre cause di infiammazione cronica potrebbero aver influenzato la “normale” di quell’epoca.

La questione se la temperatura corporea media stia cambiando nel tempo non è semplicemente una questione di oziosità.

La temperatura corporea umana è un surrogato grezzo del tasso metabolico basale che, a sua volta, è stato collegato sia alla longevità (tasso metabolico più elevato, durata della vita più breve) sia alle dimensioni del corpo (metabolismo inferiore, maggiore massa corporea).

Abbiamo ipotizzato che le differenze osservate nella temperatura tra il XIX secolo e oggi siano reali e che il cambiamento nel tempo fornisca importanti indizi fisiologici alle alterazioni della salute umana e della longevità dopo la Rivoluzione industriale.

Negli , la normale temperatura orale degli adulti è, in media, inferiore ai 37 ° C canonici stabiliti nel 19 °secolo. Abbiamo postulato che la temperatura corporea è diminuita nel tempo.

Utilizzando misure di tre coorti: i Veterani della Guerra Civile dell’Esercito dell’Unione (N = 23.710; anni di misurazione 1860-1940), il National Health and Nutrition Examination Survey I (N = 15.301; 1971-1975) e Stanford Translational Research Ambiente di database integrato (N = 150.280; 2007–2017) – abbiamo determinato che la temperatura corporea media negli e nelle , dopo aggiustamento per età, altezza, peso e, in alcuni modelli di data e ora del giorno, è diminuita monotonicamente di 0,03 ° C per decennio di nascita.

Un simile declino all’interno della coorte dell’Esercito dell’Unione come tra le coorti, rende improbabile una spiegazione dell’errore di misura.

Fonte : elifesciences.org