Stati Uniti, 200 casi di gravi malattie polmonari legate allo svapo

Tempo di lettura: 4 minuti

Quest’estate oltre 200 persone in 25 stati hanno riportato malattie polmonari legate allo svapo o all’utilizzo di sigarette elettroniche. La scorsa settimana, i funzionari sanitari dell’Illinois hanno annunciato la prima morte nota legata alla malattia.

Lo svapo è un hobby altamente variabile, tuttavia, rendendo difficile per i funzionari determinare una causa esatta. Gli investigatori non hanno ancora identificato un singolo marchio, tipo di dispositivo o farmaco comune in tutti i casi. Ciò potrebbe significare che tutte le malattie sono state innescate dallo stesso problema o che ogni caso è una malattia diversa con alcuni sintomi simili.

“Anche se i casi sembrano simili, non è chiaro se questi casi abbiano una causa comune o se si tratti di malattie diverse con presentazioni simili”, ha affermato il CDC in un recente comunicato stampa.

Il CDC e la FDA hanno dichiarato di aver raccolto circa 80 dispositivi e sostanze di vaporizzazione che potrebbero essere collegati alle malattie e che attualmente le stanno studiando.

“Sono necessarie ulteriori informazioni per comprendere meglio se esiste una relazione tra prodotti o sostanze specifici e le malattie segnalate”, hanno affermato le agenzie.

Finora, le prove disponibili suggeriscono ancora che, rispetto al fumo , lo svapo è un’abitudine molto più sana. La pratica prevede l’inalazione di vapore riscaldato, piuttosto che materiale bruciato. In generale, si ritiene che i vapers siano esposti a molte meno e sostanze cancerogene rispetto ai fumatori.

Esistono centinaia di diversi tipi di dispositivi di svapo
C’è un’enorme quantità di varietà quando si tratta di svapare dispositivi, ingredienti e marchi, rendendo difficile individuare ogni singola causa.

Innanzitutto, ci sono i dispositivi stile all-in-one, in cui tutti i pezzi necessari sono contenuti nel dispositivo stesso. Queste popolari e-cigs sono vendute con marchi come Juul e Blu (per la ) e Pax (per la ).

Poi ci sono le e-cig modificabili a base di serbatoio, in cui pezzi del dispositivo possono essere acquistati separatamente e gli utenti possono personalizzare tutto, dalla temperatura del dispositivo agli ingredienti del farmaco. Queste configurazioni modificabili sono state collegate a pericoli in passato, tra cui almeno due morti .

Infine, ci sono gli ingredienti che vanno nei dispositivi, che possono variare dalle cere ai liquidi fino alla materia vegetale macinata. Alcuni dispositivi consentono agli utenti di versare il proprio liquido o roba nella propria cera o erbe, mentre altri dispositivi includono semplicemente cartucce preriempite e getta.

In alcuni dei casi segnalati alle agenzie sanitarie, gli utenti hanno dichiarato di svapare la cannabis quando si è verificata la loro malattia. Ma poiché la marijuana è ancora illegale in molti stati, è possibile che questi casi siano sottostimati. Altri vapers nei rapporti potrebbero aver usato solo nicotina.

In molti casi, i pazienti hanno dichiarato di aver avuto un inizio graduale di sintomi come difficoltà respiratorie, respiro corto e dolore toracico prima di essere portati in ospedale. Alcune persone hanno affermato di aver avuto anche problemi di stomaco tra cui vomito e diarrea.

Una nuova pratica con diverse incognite
Lo svapo è una pratica relativamente nuova, diventata popolare solo nell’ultimo decennio. A causa della sua novità, i ricercatori hanno avvertito che ci sono ancora molte cose che non sappiamo su come la pratica abbia un impatto sul cervello e sul corpo.

“Data la loro introduzione relativamente recente, c’è stato poco tempo per sviluppare una serie di prove scientifiche sugli effetti sulla delle sigarette elettroniche”, hanno scritto gli autori di un ampio rapporto recente sugli effetti generali sulla dello svapo .

I rischi per la salute scoperti di recente vanno da una maggiore esposizione a metalli tossici a un rischio potenzialmente più elevato di infarto .

La scorsa primavera, ad esempio, i ricercatori che hanno esaminato i vapori in diverse marche popolari di sigarette elettroniche hanno trovato prove del fatto che contenevano alcuni degli stessi metalli tossici normalmente presenti nelle sigarette convenzionali, come il piombo. Hanno anche trovato prove che suggeriscono che almeno alcune di quelle tossine si stavano facendo strada attraverso i corpi dei vapers. I loro risultati sono stati pubblicati sulla rivista Environmental Health Perspectives.

L’inalazione costante di alti livelli di metalli tossici è stata legata a problemi di salute nei polmoni, al fegato, al , al cuore e al cervello, nonché ad alcuni , secondo l’Amministrazione per la salute e la sul lavoro del Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti.

In uno studio pubblicato lo scorso autunno sull’American Journal of Preventive Medicine, gli scienziati hanno scoperto prove che legano l’uso quotidiano di sigarette elettroniche a un aumentato rischio di infarto . Tuttavia, lo studio non è riuscito a concludere che lo svapo causasse gli attacchi di cuore – solo che i due erano collegati.

Quando si tratta dell’ondata di recenti malattie polmonari, i dipartimenti sanitari stanno studiando ulteriormente testando prodotti e sigarette elettroniche e campioni che hanno raccolto dai pazienti.

Ma lo svapo sembra aver contribuito ad agganciare milioni di alla nicotina
Separatamente, lo svapo sembra aver contribuito a catturare molti nuovi giovani con la nicotina – in alcuni casi, i giovani che altrimenti non avrebbero fumato.

Le sigarette elettroniche sono state legate a un recente grande salto nel fumo tra gli studenti delle medie e superiori. Dal 2017 al 2018, la percentuale di adolescenti che ha dichiarato di aver usato e-cigs è aumentata del 78%, secondo il CDC.

Poiché contengono nicotina, le sigarette elettroniche sono particolarmente pericolose per i bambini e gli adolescenti il ​​cui cervello è ancora in via di sviluppo, affermano gli esperti. Nei giovani, la nicotina sembra attenuare il controllo emotivo e le capacità decisionali e di regolazione degli impulsi. Ciò molto probabilmente ha contribuito a far apparire un avviso di e-cigs dal chirurgo generale americano a dicembre.

L’aumento dello svapo giovanile ha provocato una repressione del settore guidato dalla FDA. L’agenzia ha risposto limitando la vendita di e-cigs aromatizzate, che hanno affermato essere particolarmente interessanti per i giovani.

Fonte
businessinsider.sg