Sport ad alte prestazioni, Gli atleti professionisti ad alto rischio di lesioni

Tempo di lettura: 2 minuti

Gli spesso si espongono a comportamenti rischiosi, determinando un livello di accettazione del rischio professionale più elevato rispetto ad altre professioni. Ad oggi, molti studi si sono concentrati sulle specifiche tecniche di prevenzione degli infortuni degli d’élite.

L’obiettivo di questa recensione narrativa è di sintetizzare gli atteggiamenti degli atleti d’élite nei confronti di importanti pratiche di sicurezza e salute sul lavoro, compresa la segnalazione di infortuni, l’uso di medicinali e l’uso di dispositivi di protezione individuale (DPI) e esplorare i fattori che possono influenzare la consapevolezza degli infortuni degli atleti d’élite.

Se la consapevolezza degli infortuni ricevesse una ponderazione simile negli d’élite come in qualsiasi altra occupazione altamente fisica, i potenziali benefici per gli atleti d’élite e la loro salute a lungo termine potrebbero essere estremamente significativi.

Questa recensione identifica che la maggior parte degli atleti d’élite non è a conoscenza del fatto che gli infortuni sportivi sono infortuni sul lavoro che richiedono comportamenti determinati dalle regole di SSL.

Tutti i 39 studi identificati hanno soddisfatto i criteri di qualità metodologica moderata secondo lo strumento di valutazione dei metodi misti (MMAT).

I fattori che impediscono alla consapevolezza degli infortuni degli atleti di raggiungere gli standard di salute sul lavoro sono discussi da tre prospettive di gestione della sicurezza: organizzativa, sociale e individuale.

Questa recensione contribuisce a una migliore comprensione di come costruire una cultura della sicurezza positiva, in grado di ridurre il tasso di infortuni degli atleti d’élite e migliorare il loro benessere a lungo termine.

Sono necessarie ulteriori ricerche per sviluppare uno strumento di misurazione quantitativa per valutare la consapevolezza della salute sul lavoro nel contesto sportivo.

Sulla base degli articoli esaminati, la popolazione in studio è stata classificata come elite, professionista, dilettante ad alte e studenti-atleti.

La pressione della competitività sportiva ispira gli atleti d’élite a “vincere a tutti i costi” e può portarli a trascurare gli infortuni e continuare a giocare con il dolore, con conseguente maggiore accettazione del rischio professionale.

Gli infortuni sportivi possono essere classificati come infortuni sul lavoro perché gli atleti d’élite sono impiegati a contratto o retribuiti in organizzazioni sportive.

In base alla legislazione della maggior parte dei paesi sviluppati, i dipendenti sono responsabili della notifica al proprio datore di lavoro di infortuni sul lavoro. Di conseguenza, gli atleti d’élite devono riferire al personale direttivo le loro sportive al più presto possibile.

La cultura della sicurezza consiste in valori, atteggiamenti, percezioni e credenze condivisi che guidano le decisioni e i comportamenti in materia di sicurezza [ 120 ] e possono essere manifestati dai comportamenti sul posto di lavoro umano nell’organizzazione come parte della cultura organizzativa.

testo tradotto da sportsmedicine-open.springeropen.com