Spagna, anziani abbandonati e morti in ospizi

Tempo di lettura: 1 minuto

I militari spagnoli schierati per aiutare nella lotta contro l’ di hanno trovato abbandonati nelle case di riposo del Paese e, in alcuni casi, nei loro letti. Lo ha denunciato il ministero della Difesa.

I pubblici ministeri spagnoli hanno avviato un’indagine a riguardo, riporta la Bbc.

La ministra della difesa spagnola, Margarita Robles, ha dichiarato che il governo «sarà severo e poco flessibile per quanto concerne il modo in cui le persone anziane vengono trattate» nelle case di riposo.

L’epidemia di coronavirus si diffonde in Spagna più velocemente e più ampiamente che in Italia.

Lo rilevano i media locali, sottolineando che a differenza dell’Italia, in cui l’80% dei morti si concentra in tre regioni del nord, il contagio è crescente in diverse regioni.

In tre giorni i decessi sono raddoppiati rispetto a venerdì, ad un ritmo superiore sia alla Cina che all’Italia (che ha impiegato un giorno in più per raddoppiare i primi 1000 decessi).

I casi confermati di coronavirus in Spagna hanno superato quota 35.000, mentre i decessi sono oltre 2.200: è quanto emerge dagli ultimi dati pubblicati dal quotidiano El Pais.

Nel dettaglio, i contagi nel Paese sono ora 35.068 e i decessi 2.229. Le persone guarite sono 3.355.

Fonte : OMS / Cdt.ch