Smartphone, I touchscreen ultrasottili stampati come un giornale

Tempo di lettura: 1 minuto

Gli in Australia hanno sviluppato un nuovo tipo di materiale elettronico sensibile al tocco e solo una frazione dello spessore degli attuali schermi di . Questo potrebbe vederlo trovare un giorno nei mobili di prossima generazione e, grazie alla sua incredibile magrezza e flessibilità, potrebbe essere prodotto su larga scala utilizzando l’elaborazione roll-to-roll (R2R) come un giornale stampato.

La svolta arriva dai ricercatori dell’Università RMIT, che hanno iniziato con un materiale comunemente usato nei touchscreen mobili di oggi chiamato ossido di indio-stagno. Questo materiale trasparente è altamente conduttivo ma ha i suoi difetti, principalmente che è molto fragile, quindi il team ha cercato di dargli una migliore flessibilità riducendo notevolmente il suo spessore.

Questi fogli bidimensionali sono realizzati con le stesse sostanze chimiche del normale ossido di indio-stagno, ma internamente presentano una diversa struttura cristallina che offre loro alcune capacità uniche.

Mentre la massima flessibilità è la caratteristica principale del materiale, è anche più trasparente, assorbendo solo lo 0,7% della luce che lo colpisce, rispetto al 5-10% assorbito dal vetro conduttivo standard.

I ricercatori hanno raggiunto questo obiettivo attraverso quello che chiamano un processo di stampa di metalli liquidi. Ciò comporta il riscaldamento di una lega di indio-stagno a 200 ° C (392 ° F) al fine di renderlo un liquido, prima di farlo rotolare su una superficie per produrre fogli nano sottili.

Fonte : newatlas.com