Sistema di riconoscimento facciale SARI alle forze dell’ordine italiane

Tempo di lettura: 1 minuto

La ha utilizzato un nuovo sistema di negli ultimi mesi. Si basa su un di 16 milioni di foto segnaletiche, di cui nove milioni appartengono a persone identificate dalla polizia una sola volta, mentre gli altri sette milioni sono di individui che sono stati fermati ripetutamente.

Presentato ufficialmente a luglio dello scorso anno dopo una fase di test di otto mesi, SARI (Sistema automatizzato per il riconoscimento delle ) ha già aiutato negli arresti di taccheggiatori e ladri in tutto il paese.

Questo sistema si affianca ad un’interfaccia avanzata AFIS cioé identificazione delle , in uso da molti anni e che contiene anche foto di sospetti.

Fonte