Sistema di fabbricazione digitale composito in fibra multi-agente

Tempo di lettura: 2 minuti

Pensate ad una piattaforma di fabbricazione che fonde produzione robotizzata cooperativa, con capacità di generare di materiali altamente sofisticate. Tutto possibile. La piattaforma può consentire la e la fabbricazione digitale di strutture su larga scala con un’elevata risoluzione spaziale sfruttando nodi di fabbricazione mobili o “agenti” robotici, progettati per regolare la del materiale della struttura che viene costruita al volo, in base al loro .

I costruttori del progetto si avvalgono di strutture gerarchiche per controllare e ottimizzare molteplici proprietà dei materiali.

I ragni, ad esempio, filano le fibre proteiche per tessere ragnatele di seta con proprietà locali e globali sintonizzabili, regolando la loro composizione materiale e la disposizione delle fibre per creare strutture forti. ma flessibili ottimizzate per catturare le prede. Altri organismi, come api, formiche e termiti cooperano per rapidamente strutture molto più grandi di loro.

Nasce quindi FIBERBOTS, uno sciame di robot progettati per avvolgere il filamento in fibra di vetro intorno a sé stessi per creare strutture tubolari ad alta .

Queste strutture possono essere costruite in parallelo e intrecciate per creare rapidamente strutture architettoniche.

I robot sono mobili e utilizzano la retroazione del sensore per controllare la lunghezza e la curvatura di ogni singolo tubo in base a percorsi determinati da un protocollo di progettazione personalizzato, basato sull’ambiente e basato sul floccaggio.

Ciò fornisce ai progettisti la possibilità di controllare i parametri di progettazione di alto livello che governano la forma della struttura risultante senza la necessità di fornire noiosamente i comandi per ogni robot a mano.

I 16 robot, incluso il di progettazione per controllarli, sono stati sviluppati internamente e implementati per creare autonomamente una struttura di 4,5 m di altezza.

La struttura è rimasta all’esterno e non è stata danneggiata durante i mesi invernali del Massachusetts, dimostrando il potenziale di questa abilitante verso i futuri sistemi robotici collaborativi per creare una volta realizzabili in ambienti potenzialmente di vasta portata.

Fonte