Siria, Giornalista ucciso dai bombardamenti turchi su convogli civili

Tempo di lettura: 1 minuto

I convogli civili hanno preso d’assalto le forze turche in Siria domenica (13/10), lasciando morti almeno 26 civili. “Eravamo nel convoglio di civili curdi presi di mira dalle forze turche e dai loro alleati a Ras al-Ain. Il nostro team sta bene, ma i nostri colleghi sono morti “, ha scritto Stephanie Pérez, di France Télévisions , sul suo account .

I jet turchi hanno colpito un convoglio diretto da Cizire a Serekaniye.

I primi rapporti dicono che l’ ha lasciato molte persone morte o ferite. Anche i di Francia e Brasile sono nel convoglio di destinazione. pic.twitter.com/LfJlmfrkbZ – Firat (@anfenglish) 13 ottobre 2019

Inizialmente, l’Osservatorio siriano per i ha parlato di un giornalista morto, ma non è stato in grado di fornire alcun dettaglio.

Tuttavia, secondo i media internazionali, il giornalista Saad Ahmed corrispondente ANHA, è stato colui che ha perso la vita.

In cinque giorni, almeno 104 combattenti curdi, oltre a una sessantina di civili, sono stati uccisi in ostilità, secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio. Gli scontri hanno causato la morte di 130.000 persone, secondo le Nazioni Unite.

fonte
newsbomb.gr