Si dimette capo agenzia Nazioni Unite

Tempo di lettura: 1 minuto

Il capo dell’agenzia delle , che si occupa di 5,5 milioni di rifugiati , si è dimesso per ‘cattiva gestione economica. Unrwa è disfunzionale e dovrebbe chiudere, se pur dovrebbe fornire rifugio, cibo e salute di base, servizi educativi e assistenziali ai sopravvissuti e ai discendenti di 750.000 cacciati dalle loro case durante la guerra israeliana del 1948.

Senza Unrwa, che iniziò le operazioni nel 1950, i palestinesi apolidi e impoveriti sarebbero stati un pesante fardello per est, e Gaza, nonché Libano , Siria e Giordania .

Mentre la sostiene Unrwa da quasi 70 anni, i sono sempre stati una lotta.

La più grande sfida di Unrwa è arrivata l’anno scorso quando l’amministrazione Trump – che è strettamente alleata con il governo israeliano di destra – ha tagliato $ 300 milioni dalla donazione annuale di $ 365 milioni negli e ha annullato tutti i finanziamenti successivi, che erano in precedenza un quarto dei $ 1,2 dell’agenzia miliardi di budget.

Questa mossa ha coinciso con crisi economiche, politiche e sociali nei territori palestinesi occupati da Israele e nei paesi ospitanti per i rifugiati.

L’obiettivo dell’amministrazione americana era quello di esercitare pressioni su Unrwa per “annullare la registrazione” della prole dei rifugiati originari, ponendo così fine al “problema dei rifugiati” e alla necessità di Unrwa.

Gli Stati Uniti hanno sostenuto che i donatori potrebbero fornire miliardi di dollari per sistemare permanentemente gli esiliati palestinesi nei paesi ospitanti dove sarebbero stati naturalizzati. Gli esterni in Cisgiordania e Gaza fornirebbero una “soluzione economica” alla dipendenza da Unrwa.

Fonte