Server Minecraft in Vaticano subisce un massiccio attacco DDoS

Tempo di lettura: 1 minuto

L’altro giorno, un “buon” server Minecraft è stato lanciato in modalità test – un’iniziativa del sacerdote Robert Ballser dal . Secondo l’idea, avrebbe dovuto diventare la terra promessa per coloro che sono stanchi di bullismo, molestie e altre manifestazioni di comportamenti disgustosi caratteristici della comunità dei giochi.

Ma eccolo lì. Il rispetto reciproco dei residenti è stato sottoposto a un massiccio attacco DDoS.

Secondo lo stesso Ballser, il server è stato attaccato immediatamente dopo un test. I giocatori malvagi si sono ripetutamente connessi ad esso e quindi si sono disconnessi. Tutto ciò per consentire al server di “soffocare” il numero di richieste elaborate, provocando in tal modo una negazione del servizio. Certo, questo è quello che è successo. I troll della rete hanno vinto. Anche in questo caso.

Quando la Dimora del Bene si rialzerà di nuovo (e se sorgerà del tutto) – non è noto. Ballser ha affermato che i lavori di restauro sono già in corso e che in futuro il numero di server sarà sicuramente aumentato. Se questo salverà la sua iniziativa da giocatori malintenzionati, che si sforzano di rovinare la vita degli altri, è un mistero. Resta solo da augurare buona fortuna al gesuita.

Ricorda che il server vaticano è stato creato con un unico obiettivo: offrire ai giocatori stanchi della tossicità uno spazio in cui regna il rispetto reciproco e in cui puoi semplicemente giocare per divertimento senza paura di maleducati bouti. L’autore dell’iniziativa ritiene che la sua idea insegnerà alle persone a comunicare in modo civile nei mondi virtuali e reali.

fonte: pcgamer.com

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!