Scienziati scoprono esopianeta le cui dimensioni simili alla Terra

wallup.net

Tempo di lettura: 1 minuto

Un team internazionale di ha scoperto un le cui dimensioni sono simili alla Terra, in grado di supportare l’acqua liquida.

L’esopianeta, chiamato Kepler-1649c, orbita attorno alla sua piccola stella nana rossa all’interno della zona abitabile del sistema, una distanza alla quale i pianeti rocciosi ricevono abbastanza radiazioni stellari per consentire l’esistenza di acqua liquida. Ha quasi le stesse dimensioni della Terra e riceve il 75 percento della quantità di luce che la Terra riceve dal Sole.

A 300 anni luce dalla Terra, è il più simile per dimensioni e stimata tra le migliaia di esopianeti, scoperti dal telescopio spaziale Keplero, secondo i ricercatori.

Kepler -1649c orbita attorno alla sua stella a una distanza estremamente breve, ovvero richiede solo 19,5 giorni terrestri, rispetto a un pianeta roccioso di dimensioni simili che orbita a metà distanza.

Tuttavia rimangono molte domande prima di poter affermare, definitivamente, che il pianeta è in grado di sostenere la vita.

Fonte

.:.

Nota di approfondimento
Un pianeta extrasolare o esopianeta non appartiene al sistema solare orbitante, cioè attorno a una stella diversa dal Sole. La scoperta degli esopianeti è resa possibile da metodi di osservazione indiretta piuttosto che da osservazioni al telescopio. A causa dei limiti delle tecniche di osservazione attuali, la maggior parte dei pianeti individuati sono giganti gassosi come Giove e, solo in misura minore, pianeti rocciosi massicci del tipo Super Terra. La caccia al gemello della Terra ha fornito candidati sempre più simili, fino a Ross 128 b, kepler-438 b, Gliese 3323 b, e TRAPPIST-1 d, che, con un indice di somiglianza alla Terra (ESI, Earth Similarity Index) rispettivamente dell’86%, 88%, 89% e 90%, a luglio 2018 erano considerati i pianeti più simili al nostro mai scoperti. (Fonte : Wikipedia.org)