Russia, sostenuta da Cina, lancia veto Nazioni Unite sulla Siria

Tempo di lettura: 1 minuto

La , sostenuta dalla Cina, ha lanciato il suo 14mo del dell’ONU dall’inizio del siriano nel 2011, per bloccare la consegna di aiuti frontalieri dalla Turchia e dall’Iraq a milioni di civili siriani.

La risoluzione, redatta da Belgio, Kuwait e Germania, avrebbe consentito consegne umanitarie frontaliere per altri 12 mesi da due punti in Turchia e uno in Iraq.

La Russia, alleata siriana, voleva approvare le due traversate turche per sei mesi e aveva proposto il proprio progetto di testo, ma poi a posto il suo veto.

Le e i gruppi di aiuto, dal 2014, hanno attraversato la da Turchia, Iraq e in quattro luoghi autorizzati annualmente dal Consiglio di sicurezza. Nel tentativo di scendere a compromessi con la Russia, l’attraversamento della è stato abbandonato dal Belgio, dal Kuwait e dalla Germania dal loro progetto.

L’attuale autorizzazione per i quattro valichi di frontiera in Turchia, Iraq e Giordania termina il 10 gennaio 2020, quindi il Consiglio di sicurezza potrebbe ancora tentare di raggiungere un accordo, sebbene alcuni abbiano riconosciuto che ora potrebbe essere difficile.

Fonte