Ruanda, Previsione riduzione 38% emissioni gas serra

impatto-ambientale-combustibili-fossili

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Ruanda ha annunciato un’ambiziosa agenda per l’azione per il clima che prevede una riduzione del 38% delle a rispetto alle normali attività entro il 2030, equivalente a una mitigazione stimata fino a 4,6 milioni di tonnellate di equivalente di (tCO2e).

Il piano d’azione per il clima, noto ufficialmente come Contributi determinati a livello nazionale (NDC), è stato presentato alla Convenzione quadro delle sui e fa parte degli obblighi del Ruanda ai sensi dell’accordo di Parigi.

Tutti i paesi devono presentare un piano aggiornato ogni cinque anni, ciascuno con un livello di ambizione maggiore. Il Ruanda è il primo paese in a presentare il proprio NDC aggiornato e il nono paese a livello globale.

Il piano d’azione NDC aggiornato sul clima è stato informato da un’analisi approfondita, informazioni e dati migliorati, maggiori ambizioni e un ampio processo di consultazione guidato dalle parti interessate.

Vedrà il Ruanda investire miliardi di dollari nella transizione verso un’ inclusiva e sostenibile guidata dalla crescita verde e dalla verdi.

Si prevede che le emissioni totali del Ruanda siano più che raddoppiate nel periodo 2015-2030.

La riduzione di queste emissioni del 38% avverrà attraverso miglioramenti nella produzione e nell’uso dell’energia, nei processi industriali e nell’uso dei prodotti, nella gestione dei rifiuti, nei e nell’, nonché attraverso nuove iniziative di conservazione basate sulla natura.

Per sostenere il Paese ad essere più resistente agli estremi climatici, le iniziative di adattamento si concentreranno su acqua, agricoltura, terra e silvicoltura, insediamento umano, sanità, trasporti e miniere.

Nel complesso, gli sforzi del Paese per limitare il proprio contributo ai cambiamenti climatici e adattarsi alle conseguenze nel prossimo decennio richiederanno circa 11 miliardi di dollari USA, costituiti da 5,7 miliardi di dollari per l’attenuazione e 5,3 miliardi di dollari per l’adattamento. Si prevede che questo finanziamento provenga da fonti interne ed esterne.

Lo sviluppo del Contributo determinato a livello nazionale aggiornato del Ruanda è stato sostenuto dalla e dal partenariato NDC.