Tempo di lettura: 1 minuto

Ritratto di Antonio Martelli, Cavaliere di Malta è un dipinto ad olio su tela di cm 118,5 x 95 realizzato tra il 1608 ed il 1609 dal pittore italiano Caravaggio.
È conservato alla Galleria Palatina di Palazzo Pitti a Firenze: temporaneamente si trova esposto alla Galleria Borghese in occasione della mostra “Caravaggio-Bacon”.[1]
Il soggetto della tela è Antonio (o Marcantonio) Martelli, cavaliere di Malta, ritratto all’età di circa settanta anni. Il pittore fu molto legato a lui, tanto da far pensare che la fuga del Caravaggio da Malta, avvenuta poco dopo, sia stata possibile grazie all’intervento del Martelli. D’altro canto, l’opera appare incompiuta nello sfondo e nei particolari in basso della figura: ipotesi, questa, che farebbe pensare a quest’opera come l’ultima dipinta a Malta.
Nonostante l’apparente incompiutezza, il virtuosismo pittorico con cui è dipinta la tunica nera con la croce di seta bianca rende questo ritratto uno dei più belli del Merisi.
Fino a poco tempo fa, data la somiglianza, si pensava che l’effigiato fosse il Gran Maestro Alof de Wignacourt.

Fonte: Wikipedia