Risparmio energetico: accordo sull’etichettatura dei pneumatici

Tempo di lettura: 2 minuti

Le nuove norme migliorano e rafforzano le dei dell’UE, consentendo ai consumatori europei di fare scelte migliori e apportando risparmi energetici equivalenti a togliere 4 milioni di dalle dell’UE ogni anno.

Commissario per l’Azione per il clima e l’energia Miguel Arias Cañete , ha detto : ” L’efficienza energetica si applica prima anche per il modo in cui guidiamo passando alla maggior parte dei pneumatici ad alta efficienza energetica, i possono ridurre il loro consumo di carburante in modo significativo, il risparmio di denaro e aiutare l’ambiente! . Questo è il percorso europeo verso la vera sicurezza energetica e la protezione del clima: essendo più efficienti dal punto di vista energetico in tutte le aree della nostra vita, possiamo ridurre le nostre bollette energetiche e la nostra dipendenza da energia importata e costosa, mentre promuoviamo la competitività industriale, creiamo posti di lavoro e rendiamo l’Europa economia più sostenibile “.

La Commissione ha proposto il nuovo regolamento sull’ dei pneumatici il 17 maggio 2018 nell’ambito del pacchetto sulla mobilità pulita . Le nuove regole rendono le etichette dei pneumatici più visibili, più a prova di futuro e più accurate. Migliorano l’applicazione e la vigilanza del mercato e aggiornano le scale delle etichette per ottimizzare le informazioni sull’etichetta. Il nuovo design più moderno sarà allineato a quello della nota etichetta energetica dell’UE , pur mantenendo le dimensioni e i pittogrammi originali ben noti ai consumatori.

Prossimi passi

A seguito di questo accordo politico, il testo del regolamento dovrà essere formalmente approvato dal e dal Consiglio. Una volta approvato da entrambi i colegislatori nei prossimi mesi, il regolamento aggiornato sarà pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione ed entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione. Il nuovo regolamento inizierà ad applicarsi il 1 ° maggio 2021.

sfondo

Tra il 2014 e il 2017 il consumo di energia nel su strada è aumentato del 5,6%, aumentando le a effetto serra del settore dei . Poiché la resistenza al rotolamento dei pneumatici rappresenta il 20-30% del consumo di carburante di un veicolo, è essenziale ridurre questa resistenza per aumentare l’efficienza del carburante e ridurre le emissioni.

Per affrontare questi problemi, la Commissione ha presentato, nell’ambito del pacchetto sulla mobilità a basse emissioni di carbonio nel maggio 2018, una proposta di aggiornamento del regolamento (CE) n. 1222/2009 dell’UE sull’etichettatura dei pneumatici. L’etichettatura dei pneumatici fa parte della legislazione dell’ sull’efficienza energetica dei prodotti. Ciò include le normative sulla progettazione ecocompatibile, che stabiliscono requisiti minimi e normative sull’etichettatura energetica, fornendo ai consumatori informazioni che li aiutano a prendere decisioni di acquisto rispettose dell’ambiente. Nel caso di pneumatici, i requisiti minimi di prestazione sono stabiliti dal Regolamento generale di sicurezza 661/2009