[Provincia di Grosseto] Riserva naturale Farma

Tempo di lettura: 1 minuto

La Riserva è situata nella parte nord-orientale della . Situata a cavallo del crinale che divide la Val di Farma dalla valle del Fosso Lanzo la Riserva è situata in una zona di alte colline quasi interamente occupate da formazioni boschive, con limitati pascoli e coltivi. Geologicamente si ritrova la formazione a verrucano, con scisti, arenarie e microbrecce del Carbonifero, costituenti uno dei pochi affioramenti antichi nell’, nelle vicinanze del Farma. Presso il Castello del Belagaio si rinvengono tracce di mineralizzazione piritosa in ganga quarzosa e testimonianze ipogee quali le grotte la Tomba e la Buca; sono segnalati indizi di mineralizzazione cinarina lungo il Torrente Gretano.

La Riserva rientra nel sito di interesse comunitario (SIC) “Val di Farma” (cod. IT51A0003) individuata come area a” presenza di ampie superfici forestali ottimamente conservate dove assumono grande importanza specie legnose regionalmente rare”.

Al suo interno è presente un biotopo di rilevante interesse vegetazionale meritevoli di conservazione in Italia censiti dal Gruppo di lavoro per la conservazione della della Società Botanica Italiana e dal Programma di Ricerca Territoriale sulle da Proteggere eseguito dal C.N.R. e dal Ministero dei LL.PP. (Stazione di Taxus baccata).

Incluso fra i siti ICBP per la presenza di varie specie rapaci nidificanti ed in particolare per l’interessantissima segnalazione di due coppie di Falco biarmicus.

All’interno è presente la Riserva naturale di popolamento Animale Belagaio gestita dall’ASFD di .

La Riserva interessa il Comune di (GR) e quello di Monticiano (SI).

Wikipedia