Rifiuti che generano sempre dubbi nel riciclaggio

Tempo di lettura: 2 minuti

Ci sono alcuni che fanno parte della nostra vita quotidiana, ma molte persone non sanno ancora come smaltire. Dai un’occhiata ad alcuni di essi. Quante volte ti sei chiesto se un determinato rifiuto può essere inviato o meno al ?

Sappiamo che plastica, carta, alluminio e vetro possono essere riciclati, ma ci sono alcuni rifiuti che rendono poco chiaro il modo migliore per smaltire. Scopri cosa sono:

snack
Nonostante la ricchezza di informazioni di cui disponiamo oggi, molte persone hanno ancora dubbi sul fatto che gli snack metallizzati siano davvero riciclabili. La risposta è sì, sono riciclabili.

Gli metallizzati e trasparenti devono essere eliminati con la plastica poiché sono realizzati con un tipo di plastica chiamato BOPP (film di polipropilene biorientato). Quello che succede è che, poiché è un materiale poco apprezzato nel mercato del riciclaggio, finisce spesso per essere scartato nei rifiuti normali.

Tuttavia, dal 2011 la società inglese Enval ha investito nel riciclaggio del BOPP. Hanno sviluppato una soluzione unica per questo tipo di plastica usando la tecnologia di pirolisi indotta da microonde. Con questa tecnica, un’unità Enval può produrre da 200 a 400 tonnellate di alluminio all’anno.

Scatola per pizza
Qualsiasi tipo di carta o cartone sporco o grasso non può essere riciclato. E questa regola si applica all’imballaggio per , incluso l’imballaggio per pizza. Solo le parti in cui non sono state contaminate con grasso possono essere riciclate. Gli imballaggi per pizza congelata possono essere inviati al riciclaggio insieme alla carta.

Lastre radiologiche
Questo materiale non deve essere smaltito con i normali rifiuti poiché contiene componenti tossici come l’ammoniaca e metalli pesanti come l’argento. Pertanto, è consigliabile portare le piastre radiografiche in un ospedale o centro sanitario, dove di solito ci sono collettori specifici per questo.

Oltre ad essere riciclabili, le lastre radiografiche sono preziose. Poiché hanno il nitrato d’argento come componente principale, le aziende specializzate sono in grado di estrarre questo elemento e renderlo commerciale per la produzione di gioielli. Il foglio di plastica è anche riciclabile e può essere utilizzato in imballaggi e altri prodotti.

Prova di acquisto della carta
Ogni volta che acquistiamo qualcosa sulla carta, ci chiedono sempre se vogliamo o meno la nostra strada. In questo caso, il rifiuto è sempre la soluzione migliore, poiché questo tipo di carta, con stampa a caldo, presenta nella sua composizione bisfenolo-A (BPA) , una sostanza dannosa per la . Sebbene le carte termosensibili siano riciclabili, il bisfenolo mette a rischio il processo, il rilascio di questa sostanza si verificherebbe già durante il riciclaggio.

Bicchiere di plastica usa e getta
Molte persone hanno smesso di usare la tazza usa e getta per ridurre la generazione di prodotti usa e getta e di conseguenza il loro impatto sull’. Tuttavia, questo materiale è indispensabile in alcuni luoghi, poiché il suo uso evita la contaminazione e la diffusione di malattie. Inoltre, il bicchiere di plastica, in particolare il polipropilene (PP), ha una grande accettazione nel processo di riciclaggio, quindi spetta ai fare il loro corretto smaltimento. Le aziende che desiderano smaltire correttamente le coppe generate nelle loro unità possono farlo attraverso il programma di polipropilene Cup Reverse Logistics (PP) , un’iniziativa Braskem in collaborazione con Dinâmica Ambiental, che è responsabile della raccolta delle tazze di polipropilene dalle aziende e della loro spedizione per la selezione e il riciclaggio.

Questo materiale viene trasformato in resina post-consumo, che può essere utilizzata nella fabbricazione di nuovi prodotti, come copertine per , articoli per la casa, tra gli altri.

Fonte : pensamento.verde.com