Rifiuti alimentari e crisi climatica

Tempo di lettura: 6 minuti

Immagina di andare al negozio di alimentari, di tornare a casa con cibo in abbondanza e di buttarne via quasi la metà. Questo è esattamente lo stato dei rifiuti alimentari oggi nel mondo. Fino al 40 percento del nostro cibo viene sprecato . Si marcisce nei campi, va male nel trasporto o passa la sua data di “vendita entro” prima che possa essere acquistato. Quando il cibo arriva nei nostri piatti sia a casa che in un ristorante, lanciamo molti dei nostri avanzi. Una famiglia di quattro persone butta via $ 1.800 in cibo ogni anno e negli Stati Uniti spendiamo $ 218 miliardi all’anno , ovvero l’1,3% del nostro PIL, crescendo, elaborando, trasportando e smaltendo cibo che non viene mai mangiato. Negli Stati Uniti, è come coltivare cibo in tutto lo stato della Pennsylvania, per poi buttarlo fuori .

Lo spreco è abbastanza grave da solo, ma dove finisce tutto quel cibo sprecato? Nelle nostre discariche dove si rovina il nostro . Questo è solo uno dei tanti problemi nel nostro sistema alimentare di cui scrivo in Food Fix , un manifesto sul salvataggio della nostra salute, economia, comunità e pianeta.

Innanzitutto, considera l’evidente spreco di risorse in ogni fase. Pensa al lavoro, ai semi, all’acqua, all’energia, alla terra, ai fertilizzanti e ai soldi che finiscono nella discarica. In secondo luogo, quando questo cibo sprecato si trova nella discarica, subisce una decomposizione anaerobica (decomposizione senza ossigeno) e genera metano, uno dei tre potenti gas serra 25 volte più potenti della CO2. Se sei preoccupato per le tane delle mucche, dovresti essere molto più preoccupato per le conseguenze delle tue verdure che finiscono in una discarica.

Con l’attuale sistema, il cibo che sprechiamo è responsabile di circa l’8 percento delle emissioni globali. Se lo spreco alimentare fosse un paese, sarebbe il terzo più grande emettitore di gas a effetto serra dopo gli Stati Uniti e la Cina. Per non parlare del fatto che la perdita di tutto quel cibo costa alla nostra economia 2,6 trilioni di dollari all’anno , ovvero circa il 4 percento del prodotto mondiale globale. Il vero scuotitore di testa è che abbiamo cibo più che sufficiente per nutrire tutti i 7 miliardi di esseri umani. Coltiviamo abbastanza cibo per 10,5 miliardi . Eppure 800 milioni di persone soffrono la fame . Come è possibile?

Perché così tanti rifiuti?

I e poveri sprecano cibo per motivi diversi e hanno bisogno di soluzioni diverse. Mentre i lottano per mancanza di refrigerazione, cattive strade, calore, umidità e mancanza di imballaggi adeguati, non sprecano quasi nessun cibo una volta entrato in casa. Ma i paesi ricchi buttano fuori enormi quantità di cibo. Solo gli americani buttano via il 35 percento del cibo nel loro frigorifero . Le date “Best by” e “sell by” non sono correlate alla , ma quando il cibo avrà un sapore migliore, il che confonde solo i clienti e porta a massicci sprechi alimentari.

Lo spreco alimentare si verifica anche perché i prezzi sono troppo bassi e gli agricoltori lasciano il cibo a marcire nei campi perché non vale la pena venderlo anche se è perfettamente buono. I rifiuti alimentari possono anche provenire da alimenti brutti, deformi o non “perfetti”, come gli 800 milioni di libbre di angurie sbiancate dal sole che vengono gettate ogni anno . Le catene di alimentari sorvegliano i loro rifiuti per assicurarsi che i sommozzatori non ricevano il loro cibo leggermente troppo maturo, che, a proposito, è ancora sicuro da mangiare. I ristoranti esagerano per essere sicuri di non rimanere senza nulla e deludere i propri clienti.

Salva il tuo cibo!

I nuovi obiettivi delle per lo sviluppo sostenibile hanno richiesto di dimezzare gli sprechi alimentari entro il 2030. Tra tutte le soluzioni per i cambiamenti climatici, le etichette di Drawdown del progetto riducono gli sprechi alimentari nella migliore cosa che possiamo fare e chiunque può aiutare perché mangiamo tutti. Nell’ottobre 2018, l’USDA ha collaborato con altre agenzie governative all’iniziativa Winning on Reducing . Questo è grande! La riduzione dei rifiuti alimentari e delle emissioni di gas serra richiederà a tutti noi dai governi locali e dai responsabili politici nazionali agli agricoltori, alle catene di alimentari, ai fornitori di servizi di ristorazione e a tutti i cittadini della loro cucina.

Alcune città come il compostaggio del mandato di San Francisco; fa parte del normale servizio di spazzatura. Una volta decomposto, il compost viene venduto come fertilizzante ricco di . Anche California, Connecticut, Massachusetts, Oregon e Washington stanno seguendo l’esempio. Il compostaggio obbligatorio del Vermont entrerà in vigore il 1 ° luglio 2020 per residenti, ristoranti, supermercati e caffetterie. Paesi come la Francia hanno reso illegale per i supermercati buttare fuori il cibo; sono tenuti a inviarlo a banche alimentari, aziende di compostaggio o fattorie per l’alimentazione degli animali.

Le organizzazioni non profit come Nutrire i 5.000 hanno avuto cinquanta eventi globali che hanno alimentato 5.000 persone interamente dai rifiuti alimentari. Anche i migliori chef come Dan Barber e Tim Ma presentano piatti gourmet fatti di avanzi di cibo. I pop-up sprecati di Barber a New York e Londra usavano come polpa di verdure, liquido da lattine di ceci e sego di manzo. La cucina di Ma trasforma le cime di carote in pesto e le bucce di carota in contorni.

In Food Fix , cito un certo numero di innovatori che stanno contribuendo a ridurre gli sprechi alimentari lungo la catena alimentare, come Apeel Sciences , Imperfect Produce , WTRMLN WTR e FoodMaven . Ecco come puoi unirti al movimento per salvare il nostro pianeta e trasformare il sistema alimentare.

1. Compra cibo brutto. Salva il pianeta; nutriti. Chi vuole una carota con due zampe o una patata dall’aspetto strano? Lo voglio. Cerca i prodotti che non sembrano del tutto giusti; avrà ancora un buon sapore. Acquista dalla tua comunità locale programma agricolo supportato. Il cibo è organico, fresco e spesso brutto ma gustoso.

2. Riduci i tuoi sprechi alimentari. Usa Fresh Paper, un semplice pezzo di carta infuso con erbe che mantiene i tuoi prodotti freschi tre o quattro volte più a lungo, oppure usa prodotti protetti da Apeel, il rivestimento di origine vegetale che mantiene i prodotti freschi più a lungo. Prepara zuppe o stufati di verdure un po ‘appassite. Cucina quanto basta per la tua famiglia o assicurati di mangiare o congelare tutti i tuoi avanzi.

3. Inizia una pila di compost. In questo modo qualsiasi rifiuto o avanzi di cibo che produci non finisce in una discarica. Niente più prodotti, cereali o fagioli in discarica. Il compostaggio è un semplice uso per lasciare biodegradare aerobicamente gli avanzi di cibo esponendoli all’ossigeno, ruotando gli avanzi di cibo e mescolandoli con una sostanza marrone (come segatura, cartone o foglie secche). Questo lo trasforma in un materiale organico ricco di nutrienti che può essere utilizzato per aiutare a costruire il terreno in giardini, fattorie o nel tuo cortile.

Ovunque abbia vissuto negli ultimi 40 anni, ho avuto un mucchio di compost. Anche a New York City posso lasciare gli avanzi di cibo in un mercato agricolo di Union Square per essere compostato.

Se vivi in ​​una città, considera la possibilità di sostenere un programma di compostaggio a livello municipale. Scopri se esiste un centro di riconsegna del compost urbano nella tua città o paese. Se hai un cortile, crea un mucchio di compost lì. Se vivi in ​​un appartamento, prendi un compositore da cucina. Potresti anche prendere in considerazione l’avvio di un programma di compost per comunità o città come quello di Sacramento chiamato BioCycle. O fai una petizione al tuo governo locale per avviarne uno.

Gli studi hanno scoperto che quando il compost viene applicato ai pascoli, il compost aumenta la produzione tra il 40 e il 70 percento, aumenta il sequestro del carbonio nel suolo (che trascina CO2 dall’aria nel terreno), consente al suolo di trattenere più acqua e fornisce azoto e altri nutrienti a migliorare la qualità del suolo. Questi tipi di risultati migliorano l’ e combattono i gas a effetto serra. La tua spazzatura può aiutare a invertire il riscaldamento globale.

Chiunque può aiutare a ridurre gli sprechi alimentari e combattere i cambiamenti climatici. Non devi spendere i tuoi risparmi per un’auto elettrica o pannelli solari (anche se se puoi, provaci). Devi solo prestare maggiore attenzione a ciò che rimane nel tuo piatto e nel tuo frigorifero. Se lo facciamo tutti, potremmo invertire il . È così semplice.

fonti:

https://www.wired.com/story/a-teen-started-a-global-climate-protest-what-are-you-doing/
https://www.nrdc.org/issues/food-waste
https://www.nrdc.org/sites/default/files/wasted-2017-report.pdf
https://www.refed.com/downloads/ReFED_Report_2016.pdf
https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0195405
https://www.fibl.org/fileadmin/documents/en/news/2014/mr-fao-food-waste141001.pdf
https://www.huffpost.com/entry/world-hunger_b_1463429?guce_referrer=aHR0cHM6Ly93d3cuZ29vZ2xlLmNvbS8&guce_referrer_sig=AQAAAELCC2gLn0PZ0iumxHsDxS-AR26P9mHpi5MlGPpClfVjp7oy_8XA7QsKDtMQ-5f6utCOyK-Kaj6pzdZWyYADBNh53aI6dB42wMHJG4Cio_zuLc3x43Rrjqylgz5zIAoCArC5Yfy93nc3XokYjY6JgbpIQr44IWc5owHvTHmROF3Y&guccounter=2
https://news.un.org/en/story/2019/07/1042411
https://www.usda.gov/oce/foodwaste/faqs.htm
https://www.cnbc.com/2018/07/13/how-san-francisco-became-a-global-leader-in-waste-management.html
https://www.compostingcouncil.org/page/StateRegulations
https://sustainablebrands.com/read/product-service-design-innovation/this-startup-is-giving-ugly-watermelons-a-refreshing-purpose
https://www.wastedlondon.com/about
https://www.teaandwater.co/insights/food/a-burger-made-from-vegetable/
https://www.npr.org/sections/thesalt/2018/04/20/601975226/for-one-fine-dining-chef-cutting-food-waste-saves-the-planet-and-the-bottom- linea
https://www.usatoday.com/story/news/nation/2019/12/26/2020-new-laws-vermont-composting-arkansas-human-cloning/2739880001/
https://sustainabledevelopment.un.org/topics/sustainabledevelopmentgoals
https://www.drawdown.org/solutions
https://apeelsciences.com
https://www.imperfectfoods.com/about-us
https://www.marincarbonproject.org/file/2018-documents/2_Effects-of-organic-matter-amendments-on-net-primary-productivity-and-greenhouse-gas-emissions-in-a

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!