Repubblica Democratica del Congo, Epidemia di Ebola: Stati Uniti annunciano aiuti per 38 mln $

Tempo di lettura: 2 minuti

[COMUNICATO STAMPA] Gli Stati Uniti, attraverso l’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID), stanno fornendo oltre 38 milioni di dollari in ulteriore assistenza per contribuire a porre fine allo scoppio in corso dell’ nella Repubblica democratica orientale del Congo (RDC), inclusi 15 milioni di dollari in nuovi finanziamenti al mondo Organizzazione sanitaria.

Ciò porta il finanziamento totale USAID per la risposta all’Ebola a oltre $ 136 milioni dall’inizio dello scoppio nell’agosto 2018.

Con questo finanziamento, gli Stati Uniti stanno fornendo assistenza salvavita, attraverso partner sul campo, tra cui attività di prevenzione e controllo delle infezioni nelle strutture sanitarie, rafforzata per la malattia, formazione per gli operatori sanitari, iniziative di impegno della comunità, promozione di sepolture sicure e dignitose e cibo, per sostenere le persone e le comunità colpite dall’ebola.

Inoltre, gli Stati Uniti stanno finanziando importanti sforzi di preparazione nei paesi limitrofi di Burundi, , Sudan del Sud e . Il finanziamento annunciato oggi si aggiunge ai contributi di altri dipartimenti e agenzie statunitensi e del settore privato statunitense.

L’attuale di Ebola è la seconda più grande mai registrata, con 2.592 casi confermati e probabili e almeno 1.743 decessi correlati al 22 luglio.

La ha combattuto e controllato con successo altri nove focolai di Ebola, con l’aiuto della ; tuttavia, questa risposta presenta una serie unica di ostacoli a causa del conflitto in corso nelle province del Nord Kivu e Ituri.

La continua insicurezza e difficoltà nel guadagnare la fiducia della comunità sono i principali ostacoli.

Una risposta solida e unificata da parte del governo della RDC, delle , di altri paesi vicini, degli Stati Uniti e della comunità internazionale in collaborazione con le comunità locali è fondamentale per fermare la diffusione della malattia.

Il team di risposta al Disaster-Assistance del governo degli Stati Uniti, composto da esperti in disastri e salute dell’USAID e dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie all’interno del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, è sul campo da settembre 2018, in collaborazione con l’ambasciata degli Stati Uniti a , partner umanitari e governo della RDC per tenere sotto controllo questo focolaio.

Gli Stati Uniti sono il più grande donatore singolo alla risposta di Ebola e continuano a impegnarsi per aiutare le persone colpite da questo focolaio. Tuttavia, rispondere a questa sanitaria pubblica di interesse internazionale richiede uno sforzo concertato da parte dell’intera comunità internazionale.

Mentre continuiamo ad aumentare la nostra assistenza, incoraggiamo vivamente altri donatori a fornire finanziamenti aggiuntivi per contribuire a porre fine a questo focolaio.

Fonte articolo originale su USAID