Rapporto di Amnesty, Una “minaccia ai diritti umani” in Facebook ?

Tempo di lettura: 1 minuto

in un rapporto ha affermato che i giganti della e Google dovrebbero essere costretti ad abbandonare quello che chiama un “ basato sulla ” che è “basato sull’abuso dei ”.

“Nonostante il reale valore dei servizi offerti, le piattaforme di Google e Facebook hanno un costo sistemico”, ha affermato il gruppo per i diritti umani nel suo rapporto di 60 pagine pubblicato giovedì.

Amnesty ha affermato che, raccogliendo per alimentare le attività pubblicitarie, le due società compiono un attacco senza precedenti ai diritti della privacy, inoltre ha ha affermato che le compagnie costringono le persone a fare un “affare faustiano”, in cui condividono i loro dati e informazioni private in cambio dell’accesso ai servizi di Google e Facebook.

La ONG ha affermato che ciò era problematico perché entrambe le aziende hanno stabilito “un dominio quasi totale sui canali primari attraverso i quali le persone si connettono e interagiscono con il mondo online”, dando loro un potere senza precedenti sulla vita delle persone.

Google e Facebook rappresentano anche una minaccia per altri diritti umani, tra cui la libertà di espressione e il diritto all’uguaglianza e alla non discriminazione, ha affermato Amnesty.

Fonte
Amnesty International