Rai, è scontro tra la Fnsi e i vertici dell’azienda, per la censura al programma Ballarò

Tempo di lettura: 1 minuto

È scontro politico sulla scelta dei vertici Rai, di far slittare, alcuni dicono censurare, la prima puntata della nuova stagione di Ballarò, per far posto alla trasmissione Porta a Porta di Bruno Vespa. L’argomento trattato dai due programmi, riguarda la consegna delle prime case ai terremotati abruzzesi. La trasmissione di Vespa, sottolineano i giornalisti della Fnsi, “sarà come al solito, una delirante divulgazione, dei cosiddetti “meriti” dell’attuale governo, e in special modo del suo presidente del consiglio”. Non avrà quindi un vero taglio informativo, ma sarà solo propaganda politica per Berlusconi, denunciano molti giornalisti. Mentre Ballarò, si fa notare, avrebbe raccontato l’evento senza fronzoli e soprattutto senza elevare a “santo” il presidente Berlusconi. A tal riguardo, c è da segnalare, la dura risposta della Federazione Nazionale della , a questa ennesima iniziativa dei vertici Rai di censurare le trasmissioni sgradite al premier, per bocca del suo presidente Roberto Natale: “Il vertice Rai sembra aver smarrito il senso della dignità del servizio pubblico. Di una sola cosa bisogna ringraziare il vertice Rai: con queste ripetute azioni di censura sta facendo uno spot dietro l’altro a favore della manifestazione che la Fnsi ha convocato per sabato 19 settembre a piazza del Popolo”.

Di Giampaolo Poniciappi