Questi approcci sono migliori per la tua produttività e il tuo benessere

Tempo di lettura: 2 minuti

Come possiamo dare la priorità quando tutto è una priorità? Usa queste tre strategie per aiutarti a capire da dove cominciare, quando ruotare e come rimanere agili nel mezzo di frequenti cambi di direzione.

Inizia la elencando le tue priorità

Proprio come Marie Kondo ha i suoi clienti per svuotare i loro armadi e mettere tutto il loro guardaroba in bella vista, al mattino, scrivere le tue priorità per la giornata. Decidere cosa è importante e cosa non lo è è la chiave per ridurre lo e migliorare la . Usa questo nuovo punto di osservazione per centrarti prima di immergerti.

Alterna tra compiti energizzanti e drenanti

Tutti noi abbiamo degli aspetti del nostro che riteniamo stimolanti e, al contrario, quelli che sembrano svuotanti. Non è difficile rimanere concentrati sul che apprezziamo sinceramente, ma il che troviamo drenante esaurisce la nostra attenzione e le nostre riserve di emotiva.

Un metodo utile per distinguere tra i due è la matrice Eisenhower . Prende il nome dall’ex presidente Eisenhower, le sue quattro categorie di organizzazione dei compiti coinvolgono due etichette distinte dal punto di vista emotivo: urgente e importante.

Urgente / Importante : stimolante, breve inversione di tendenza. Questi sono aspetti del tuo lavoro che attendi di più e su cui puoi concentrarti facilmente.

Urgente / Non importante : svuotamento, inversione di tendenza breve. Email, richieste, processi che sono tempestivi ma che non spostano realmente l’ago nel progetto più ampio.

Importante / Non urgente : progetti stimolanti a lungo termine che sono preziosi per la crescita della tua carriera e lo sviluppo personale. Trascorri un po ‘di tempo in questi giorni o settimanalmente per concentrare la tua attenzione e ricaricare le tue riserve emotive.

Non importante / Non urgente : svuotare le che alla fine devono essere completate, ma non ti senti mai in vena di toglierle di mezzo. Curiosità: il 30 percento delle e-mail che ricevi durante la giornata lavorativa media rientra in questa categoria, secondo un sondaggio del 2017 della Carleton University di Ottawa, in Canada.

Ordinare i risultati per “urgenza” e “importanza” ti sintonizza sulle tue risorse emotive, che possono aiutarti a tenere sotto la tua produzione prima di raggiungere il punto di esaurimento, o peggio, di esaurimento .

Identifica un’attività a bassa priorità e smetti di farlo

Eliminare un singolo elemento dalla tua lista di cose da fare o delegarlo a un collega per il quale l’attività ha molto più senso, può aiutare la tua lista di cose da fare a sentirsi molto più leggera – e forse anche scatenare gioia! Scegli qualcosa che è superfluo, ridondante o non più necessario. Quindi cancellalo per sempre dall’elenco o portalo all’attenzione del tuo manager come un’opportunità per migliorare l’efficienza operativa.

Fonte
thriveglobal.com