Putin promette agli uomini d’affari tedeschi di continuare il transito di gas attraverso l’Ucraina

Tempo di lettura: 2 minuti

Il presidente russo , durante l’incontro con i migliori manager tedeschi a Sochi il 6 dicembre, ha dichiarato che il lancio di un nuovo non significa che la fermerà il transito di gas attraverso l’.

I rappresentanti delle imprese tedesche hanno insistito per mantenere il transito del gas russo attraverso l’Ucraina.

ha insistito sul fatto che 2, che dovrebbe essere completato entro la fine del 2019, è un “progetto puramente commerciale” e che il governo russo non è coinvolto in esso. “Il suo scopo non è il territorio, ma la fattibilità economica”, ha detto il presidente russo.

Il gasdotto Nord Stream 2, che viene posato lungo il fondo del Mar Baltico, è progettato per trasportare gas direttamente dai fornitori in Russia ai consumatori in Europa. La presunta capacità del “flusso” sarà di 55 miliardi di metri cubi all’anno.

Il progetto costituirà un’opzione di transito alternativa se l’accordo di transito tra Russia e Ucraina, che scade il 31 dicembre di quest’anno, non viene prorogato. Il gasdotto bypassa gli stati di transito – Ucraina, , Polonia e altri stati dell’Europa orientale e baltici – e attraversa le zone economiche e le acque territoriali di Russia, Finlandia, Svezia, e .

Il 30 ottobre, la Danimarca ha concesso l’autorizzazione per la costruzione di un tratto di Nord Stream 2 nelle sue acque territoriali: il gasdotto passerà a sud-est dell’isola di Bornholm nel Mar Baltico. La Danimarca è stata l’ultimo paese a dare questo permesso.

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato in precedenza che Mosca è pronta a firmare un contratto sul gas con Kiev se l’Ucraina attuerà la legislazione europea entro la fine dell’anno.

La scorsa settimana la Banca nazionale ucraina ha avvertito che le perdite dirette del paese a causa del ridotto transito di gas russo saranno rispettivamente dello 0,6% e dello 0,9% del PIL nel 2020 e nel 2021. L’Ucraina attualmente guadagna circa $ 3 miliardi all’anno dal transito del gas.

I gasdotti attualmente presenti sono: Nord Stream 1 lungo il fondo del Mar Baltico, il gasdotto Yamal-Europa che attraversa la Bielorussia e la Polonia, il Blue Stream lungo il fondo del fino alla , un gasdotto per la Finlandia, il Turkish Stream già costruito ma non ancora commissionato (che dovrebbe iniziare il trasporto entro la fine dell’anno), il Nord Stream 2 (che non dovrebbe iniziare a funzionare prima del 2020).

Fonti varie

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!