Proteggere le persone dal coronavirus: caccia agli untori, sentinelle del benessere

Tempo di lettura: 2 minuti

L’OMS ha lanciato un servizio di messaggistica dedicato in arabo, inglese, francese e spagnolo con i partner WhatsApp e Facebook per proteggere le persone dal . Questo servizio di messaggistica, di facile utilizzo, ha il potenziale per raggiungere 2 miliardi di persone e consente all’OMS di ottenere informazioni direttamente nelle mani delle sentinelle.

Un mercato al di fuori di Washington, DC sta sperimentando l’uso di robot per consegnare generi alimentari in mezzo alla di .

Il Broad Branch Market, a Chevy Chase, ha affermato che il servizio rimane una priorità assoluta. “È una grande responsabilità, sentiamo di dover essere qui”, ha dichiarato il proprietario Tracy Stannard a WJLA.

Per tre giorni, Stannard ha utilizzato quattro robot da 45 libbre per consegnare merci dal suo mercato ai vicini entro un miglio dal suo negozio.

Il servizio di consegna è gratuito, come parte di un beta test con la compagnia Starship, e una svolta moderna al negozio che è stato nella comunità per un secolo.

I telefoni su cui è installata l’app scambiano segnali Bluetooth a breve distanza quando i loro utenti sono vicini l’uno all’altro.

Le registrazioni di tali incontri, inclusa la durata, vengono archiviate nei rispettivi telefoni per 21 giorni, in base alla sezione delle domande frequenti dell’app. Ha aggiunto che i dati sulla posizione non vengono raccolti.

Se a un utente viene diagnosticato COVID-19, la respiratoria causata dal coronavirus, potrebbe consentire al ministero della salute di Singapore di accedere ai dati della propria app per identificare le persone che hanno avuto uno stretto contatto con l’individuo infetto.

Una nuova app israeliana può immediatamente dire agli utenti se hanno attraversato percorsi con qualcuno noto per essere stato infettato dal coronavirus.

L’app prende i dati sulla posizione dal telefono dell’utente e li confronta con le informazioni nei server del Ministero della Salute in merito alla cronologia delle posizioni confermate casi durante i 14 giorni prima della loro .

I gestori di telefonia mobile condividono dati con le autorità sanitarie in Italia, Germania e Austria, contribuendo a combattere il coronavirus monitorando se le persone rispettano i marciapiedi in movimento rispettando al contempo le leggi sulla dell’Europa.

I dati, che sono anonimi e aggregati, consentono di mappare le concentrazioni e i movimenti dei clienti nelle “zone calde” in cui COVID-19 ha preso piede. Ciò è meno invasivo dell’approccio adottato da paesi come Cina, Taiwan e , che utilizzano le letture della posizione dello smartphone per rintracciare i contatti delle persone che sono risultate positive o per far rispettare gli ordini di .

Fonte : Noon