Prodotti senza glutine, siete dei finti celiaci ?

Tempo di lettura: 6 minuti

Diversi lettori e vegetariani periodicamente inviano in redazione richieste di dedicarsi a inchieste su prodotti senza glutine di aziende del settore, fra queste ad esempio la Probios ed altri simili.

Partiamo dal concetto di base che, sin quando non si riscontrano determinate condizioni affinché è necessaria una inchiesta su una azienda od i suoi prodotti, preferiamo fornire informazioni di provenienza medico-scientifica.

Infatti non sempre le persone sono a conoscenza della realtà, ma di ciò che leggono in blog, social, periodici di gossip, ove trattano argomenti di importanza vitale come Salute e Nutrizione.

Dunque prima di tutto se vogliamo effettivamente fare una dieta sana ed efficace, bisogna andare da un biologo nutrizionista.

Premesso quanto sopra partiamo dal concetto di base, peraltro molto importante, che una dieta priva di glutine esclude il glutine proteico.

Il glutine si trova nel grano, orzo, segale e un incrocio tra grano e segale chiamato triticale.

Una dieta priva di glutine è essenziale per la gestione di segni e sintomi della e di altre condizioni mediche associate al glutine.

Una dieta senza glutine è, tuttavia, popolare tra le persone senza condizioni mediche legate al glutine.

I benefici dichiarati della dieta sono miglioramento della salute, perdita di peso e aumento dell’energia.

La maggior parte degli studi clinici riguardanti le diete prive di glutine sono stati condotti con persone affette da celiachia.

Pertanto, ci sono poche prove cliniche sui benefici per la salute di una dieta priva di glutine nella popolazione generale.

La rimozione del glutine dalla dieta probabilmente modifica l’assunzione complessiva di fibre, e altri nutrienti.

Pertanto, indipendentemente dai motivi per cui segui una dieta priva di glutine, è importante sapere come può influire sulle tue esigenze nutrizionali generali.

Il medico o un dietista possono aiutarti a fare le scelte dietetiche appropriate per mantenere una dieta equilibrata.

Scopo

La dieta senza glutine è essenziale per la gestione dei segni e dei sintomi di alcune condizioni mediche:

La celiachia è una condizione in cui il glutine innesca l’attività del che danneggia il rivestimento dell’intestino tenue. Nel tempo questo danno impedisce l’assorbimento dei nutrienti dal cibo. La celiachia è un disturbo autoimmune.
La sensibilità al glutine non celiaca provoca alcuni segni e sintomi associati alla celiachia – tra cui dolore addominale, gonfiore, diarrea, costipazione, “cervello nebbioso”, eruzione cutanea o mal di testa – anche se non vi è alcun danno ai tessuti dell’intestino tenue. Gli studi dimostrano che il sistema immunitario svolge un ruolo, ma il processo non è ben compreso.

L’atassia da glutine, una malattia autoimmune, colpisce alcuni tessuti nervosi e causa problemi di controllo e movimento volontario dei muscoli.
L’allergia al grano, come altre , è il risultato del sistema immunitario che scambia il glutine o qualche altra proteina trovata nel grano come agente patogeno, come un virus o batteri. Il sistema immunitario crea un anticorpo per la proteina, inducendo una risposta del sistema immunitario che può causare congestione, difficoltà respiratorie e altri sintomi.

Le affermazioni sui benefici generali per la salute di una dieta priva di glutine sono la motivazione per altre persone a evitare il grano e altri con glutine. Tuttavia, sono state condotte pochissime ricerche cliniche sui benefici della dieta per le persone che non hanno una condizione medica correlata al glutine.

Dettagli dietetici

Seguire una dieta priva di glutine richiede molta attenzione sia agli ingredienti degli alimenti sia al loro contenuto nutrizionale.

Cibi freschi ammessi

Molti alimenti naturalmente privi di glutine possono far parte di una dieta sana:

Frutta e verdura

Fagioli, semi e noci nelle loro forme naturali e non trasformate
Uova
Carni magre, non trasformate, pesce e pollame

La maggior parte dei prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi

I cereali, gli amidi o le farine che è possibile includere in una dieta priva di glutine includono:

amaranto
arrowroot
Grano saraceno
Mais e farina di mais
Lino
Farine senza glutine (riso, soia, mais, patate, fagioli)
Hominy (mais)
Miglio
quinoa
Riso
saggina
Soia
Tapioca (radice di manioca)
Teff
Grani non ammessi

Evitare tutti gli alimenti e le bevande contenenti quanto segue:

Grano
Orzo
Segale
Triticale (un incrocio tra grano e segale)
Avena (in alcuni casi)

Mentre l’avena è naturalmente priva di glutine, durante la produzione può essere contaminata da grano, orzo o segale. L’avena e i prodotti a base di avena etichettati senza glutine non sono stati contaminati crociati. Alcune persone con celiachia, tuttavia, non possono tollerare l’avena etichettata senza glutine.

Termini del grano da sapere

Esistono diverse varietà di grano, tutte contenenti glutine di grano:

duro
farro
Emmer
kamut
farro

Le farine di grano hanno nomi diversi in base alla macinazione del grano o alla lavorazione della farina. Tutte le seguenti farine contengono glutine:

Farina arricchita con aggiunta di vitamine e minerali
Farina, grano macinato solitamente usato nei cereali caldi
Farina di Graham, una di portata
Farina autolievitante, chiamata anche farina di fosfato
Semola, la parte di grano macinato utilizzata nella pasta e nel couscous
senza glutine

Quando acquisti alimenti trasformati, devi leggere le etichette per determinare se contengono glutine.

Gli alimenti che contengono grano, orzo, segale o triticale – o un ingrediente derivato da essi – devono essere etichettati con il nome del grano nell’elenco dei contenuti dell’etichetta.

Gli alimenti che sono etichettati senza glutine, secondo le regole della , devono contenere meno di 20 parti per milione di glutine. Gli alimenti con queste etichette possono includere:

Alimenti naturalmente senza glutine

Un cibo preparato che non ha un ingrediente contenente glutine
Alimenti non contaminati con ingredienti contenenti glutine durante la produzione
Alimenti con un ingrediente contenente glutine che è stato elaborato per rimuovere il glutine
Le bevande alcoliche a base di ingredienti naturalmente privi di glutine, come uva o bacche di ginepro, possono essere etichettate senza glutine. Una bevanda alcolica ottenuta da un grano contenente glutine può riportare un’etichetta in cui si afferma che la bevanda è stata “trasformata”, “trattata” o “fabbricata” per rimuovere il glutine. Tuttavia, l’etichetta deve indicare che il contenuto di glutine non può essere determinato e che la bevanda può contenere del glutine.

Alimenti trasformati che spesso contengono glutine

Oltre agli alimenti in cui il grano, l’orzo o la segale sono probabilmente ingredienti, questi cereali sono ingredienti standard in numerosi altri prodotti. Inoltre, il grano o il glutine di grano vengono aggiunti come agente addensante o legante, aroma o colorante. È importante leggere le etichette degli alimenti trasformati per determinare se contengono grano, orzo e segale.

In generale, evita i seguenti alimenti a meno che non siano etichettati come senza glutine o fatti con mais, riso, soia o altri cereali senza glutine:

, , facchino, scura (di solito orzo)
pani
Bulgur
Dolci e torte
Caramelle
Cereali
Wafer di comunione
Biscotti e cracker
crostini
patatine fritte
sughi
Carne o pesce d’imitazione
Malto, aroma di malto e altri prodotti a base di malto (orzo)
Pane azzimo
pasta
Hot dog e salumi elaborati
Condimenti per insalata
Salse, compresa la salsa di soia
Miscele di riso condite
Spuntini stagionati, come patatine e tortilla chips
Pollame autosufficiente
Zuppe, brodo o miscele di zuppe
Verdure In Salsa
Farmaci e integratori

I farmaci da prescrizione e da banco possono usare il glutine di frumento come agente legante. Parlate con il vostro medico o farmacisti dei farmaci che state assumendo.

Gli integratori alimentari che contengono glutine di grano devono avere “grano” indicato sull’etichetta.

Mangiare senza glutine a casa e nei ristoranti

Per le persone con celiachia, in particolare, è importante evitare l’esposizione al glutine. I seguenti suggerimenti possono aiutarti a prevenire la contaminazione crociata nelle tue preparazioni alimentari a casa ed evitare cibi contenenti glutine quando mangi fuori:

Conservare alimenti senza glutine e contenenti glutine in luoghi diversi.
Mantenere pulite le superfici di cottura e le aree di degli alimenti.
Lavare accuratamente i piatti e le attrezzature di cottura.
Leggi i menu dei ristoranti online in anticipo, se possibile, per essere sicuro che ci siano opzioni per te.

Mangia fuori presto o tardi quando un ristorante è meno frequentato e in grado di soddisfare le tue esigenze.

risultati
Mantenere una dieta rigorosa senza glutine è una necessità permanente per le persone con celiachia. Seguire la dieta ed evitare la contaminazione crociata comporta un minor numero di sintomi e complicanze della malattia.

Per alcune persone con sensibilità al glutine non celiaca, la condizione potrebbe non durare per tutta la vita. Alcune ricerche suggeriscono che è possibile seguire la dieta per un certo periodo, come uno o due anni, e quindi ripetere il test della sensibilità al glutine. Per altre persone con sensibilità al glutine non celiaca, la dieta può essere un trattamento permanente.

Pochi studi clinici hanno esaminato i benefici della dieta nella popolazione generale – persone senza celiachia o sensibilità al glutine non celiaca. Non ci sono prove cliniche sufficienti per determinare l’accuratezza delle seguenti affermazioni sui risultati della dieta:

Perdita di peso
Miglioramento generale della salute
Miglioramento della salute gastrointestinale
Prestazioni atletiche migliorate
rischi

Gli alimenti non inclusi in una dieta priva di glutine forniscono importanti vitamine e altri nutrienti. Ad esempio, pane integrale e altri prodotti sono fonti naturali o arricchite di quanto segue:

Ferro
Calcio
Fibra
tiamina
Riboflavina
niacina
folato

Pertanto, seguire una dieta priva di glutine probabilmente cambierà l’assunzione di nutrienti. Alcuni pane e cereali senza glutine hanno livelli di nutrienti significativamente diversi rispetto ai prodotti che stanno sostituendo. Alcuni alimenti senza glutine hanno anche un contenuto più elevato di grassi e zuccheri rispetto agli alimenti contenenti glutine che vengono sostituiti. È importante leggere le etichette, non solo per il contenuto di glutine, ma anche per i livelli complessivi di nutrienti, sale, calorie da grassi e calorie da zuccheri.

Riepilogando questi minuti di lettura, parla con il tuo medico o dietista di alimenti che potrebbero fornire alternative sane e ricche di nutrienti, poiché i costi degli alimenti preparati senza glutine sono generalmente più elevati del costo degli alimenti da sostituire.

Le spese per seguire una dieta priva di glutine possono essere considerevoli, soprattutto se la vostra dieta include cibi che non sono naturalmente privi di glutine.

Fonte
mayoclinic.org