Processo Lamfalussy

Tempo di lettura: 2 minuti

Il processo Lamfalussy è un approccio allo sviluppo delle del settore dei utilizzate dall’ . Sviluppato originariamente nel marzo 2001, il processo prende il nome dal presidente del comitato consultivo dell’UE che lo ha creato, Alexandre Lamfalussy . È composto da quattro “livelli”, ciascuno incentrato su una fase specifica dell’attuazione della .

Al primo livello, il e il Consiglio dell’Unione europea adottano un atto legislativo, stabilendo i valori fondamentali di una legge e elaborando linee guida per la sua attuazione. La legge passa quindi al secondo livello, in cui i comitati e i regolatori settoriali specifici forniscono consigli sui dettagli tecnici, quindi li votano di fronte ai rappresentanti degli Stati membri.

Al terzo livello, i regolatori nazionali lavorano per coordinare le nuove normative con altre nazioni. Il quarto livello prevede la conformità e l’applicazione delle nuove norme e leggi.

Il processo Lamfalussy ha dato un impulso significativo alla realizzazione di accordi di successo su quattro misure chiave del piano d’azione per i servizi finanziari : la direttiva sugli abusi di mercato , adottata il 3 dicembre 2002; la direttiva sul prospetto , adottata il 15 luglio 2003; la direttiva sui degli strumenti finanziari ( MiFID ), adottata il 27 aprile 2004 e la direttiva sulla trasparenza , adottata nel 2004.

Il processo Lamfalussy intende offrire numerosi vantaggi rispetto al processo legislativo tradizionale, tra cui un’interpretazione più coerente, la convergenza nelle prassi di nazionali e un impulso generale alla qualità della legislazione sui servizi finanziari.

Ciononostante, il processo Lamfalussy ha suscitato polemiche in quanto consente alcuni elementi per aggirare la supervisione responsabile da parte del Consiglio dell’Unione europea e del Parlamento europeo eletto , incarnando così un ulteriore passaggio dalla democrazia rappresentativa alla tecnocrazia .

La creazione del Sistema europeo di vigilanza (ESMA, l’EIOPA e l’EBA), che ha preso il posto dei comitati consultivi il 1 ° gennaio 2011, ha portato ad alcuni cambiamenti per quanto riguarda come la procedura legislativa quattro livelli opera, con le autorità dell’Unione europea che è dato un maggior ruolo e più poteri.

Fonte
wikipedia.org