Problemi di salute di personale militare e veterani

Tempo di lettura: 3 minuti

Molti militari e veterani avvertono dolore cronico, una condizione che può essere debilitante e spesso difficile da trattare. I membri del servizio possono avere altre condizioni che sono anche difficili da trattare, tra cui disturbo da stress post-traumatico (PTSD), ansia, , insonnia e disturbo da uso di sostanze. Molti militari, veterani e le loro si rivolgono ad approcci sanitari complementari e integrativi come la meditazione di consapevolezza e altre pratiche per aumentare le loro opzioni per la gestione del dolore e dei problemi associati.

La ricerca sugli approcci sanitari complementari per il dolore cronico nelle popolazioni militari è attualmente in corso, ma ci sono pochissime informazioni pubblicate sull’efficacia di questi approcci per il dolore cronico nelle popolazioni militari.

Tuttavia, sono state pubblicate informazioni su approcci sanitari complementari per PTSD, stress / ansia e insonnia nel personale e nei veterani, nonché informazioni sul dolore cronico nelle popolazioni non militari.

Ecco 8 cose da sapere sugli approcci di mente e corpo per problemi di che devono affrontare il personale militare e i veterani.

Recensioni di ricerche su agopuntura, massaggio, spinale e yoga per la lombalgia cronica in popolazioni non militari hanno trovato prove che queste possono essere utili. Vi sono anche alcune prove che la riduzione dello stress basata sulla consapevolezza e la terapia cognitivo-comportamentale migliorano il dolore e la funzione rispetto alle cure abituali.

Manipolazione spinale
Le linee guida più recenti dell’American College of Physicians concludono che esistono prove che la manipolazione spinale possa essere associata a un piccolo miglioramento della funzione, ma potrebbe non esserci alcuna differenza tra la manipolazione spinale e altri trattamenti attivi.

Agopuntura .
Queste stesse linee guida raccomandano che i pazienti con lombalgia cronica inizialmente selezionino un trattamento non farmacologico, come l’agopuntura, per aiutare a gestire il loro dolore.

In molti studi, l’agopuntura ha mostrato alcuni benefici per la lombalgia rispetto alla terapia convenzionale, ma l’agopuntura simulata (placebo) ha anche mostrato un beneficio simile, suggerendo che un componente di qualsiasi beneficio dall’agopuntura può essere dovuto alle aspettative del paziente o all’attenzione del .
Massaggi.

Gli studi suggeriscono che il massaggio è associato ad effetti benefici a breve termine nella riduzione del dolore e nel miglioramento della funzione rispetto alle normali cure nelle persone con lombalgia cronica.

Yoga .
Una revisione degli studi del 2017 ha rilevato che esistono prove che lo yoga rispetto al non esercizio (ad esempio, nessun trattamento, trattamento yoga ritardato o educazione del paziente) porta a miglioramenti da piccoli a moderati della funzione correlata alla schiena a 3 e 6 mesi, e può anche essere leggermente più efficace per il dolore, ma la dimensione dell’effetto era molto piccola.

Riduzione dello stress basata sulla consapevolezza.
Un nuovo studio condotto negli adulti con lombalgia cronica ha scoperto che la riduzione dello stress basata sulla consapevolezza e la terapia cognitivo-comportamentale hanno portato a un miglioramento maggiore del dolore e della limitazione funzionale rispetto alle normali cure.

Le prove disponibili indicano che l’agopuntura per il dolore al collo può fornire un migliore sollievo dal dolore rispetto a nessun trattamento. Vi sono prove che la manipolazione spinale possa aiutare ad alleviare il dolore al collo, ma gran parte della ricerca è stata di bassa .

Secondo i revisori che hanno valutato la ricerca sulle pratiche sanitarie complementari e sulla fibromialgia , gran parte della ricerca è ancora preliminare e le prove dell’efficacia per le varie terapie utilizzate sono limitate. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che il tai chi può offrire un beneficio ai pazienti con fibromialgia.

Esistono prove limitate che pratiche mentali e fisiche come il rilassamento progressivo, l’ipnosi, l’immaginazione, il biofeedback e il feedback dello specchio visivo possano essere utili nel ridurre il dolore e la sensazione degli arti fantasma negli amputati, sebbene la maggior parte degli studi siano stati piccoli e di bassa qualità.

Le linee guida cliniche sulla gestione del disturbo post-traumatico da stress (PTSD) emesse nel 2010 dal Dipartimento degli Affari dei Veterani e dal Dipartimento della Difesa indicano che le di rilassamento devono essere considerate come parte degli approcci terapeutici per il disturbo da stress acuto o il PTSD nell’alleviare i sintomi associati con iper-reattività fisiologica.

Esistono prove limitate del fatto che alcuni approcci di mente e corpo, come lo yoga, la meditazione e le tecniche di rilassamento, possano avere potenziali effetti benefici modesti su stress e ansia nelle popolazioni militari. Tuttavia, molti studi hanno campioni di piccole dimensioni.

Ci sono alcune prove che suggeriscono che le tecniche di rilassamento, insieme alle terapie comportamentali, possono essere componenti utili di una di successo per migliorare il sonno, ma ci sono stati solo alcuni piccoli studi condotti su popolazioni militari.

Esistono anche prove limitate che la terapia di prova delle immagini possa migliorare l’insonnia nelle popolazioni non veterane, ma solo alcuni piccoli studi hanno esaminato la terapia di prova delle immagini nei veterani di combattimento o nel personale militare in servizio attivo.

Assumi la della tua salute: parla con i tuoi operatori sanitari di eventuali approcci sanitari complementari che usi. Insieme, puoi prendere decisioni condivise e ben informate.

Fonte
nccih.nih.gov