Probiotici per la salute della pelle

Tempo di lettura: 4 minuti

La pelle è il più grande organo del e, come tale, è un indicatore del livello generale di salute e degli individui. I sono batteri vivi e lieviti benefici per la salute, in particolare l’apparato digerente. I batteri sono spesso pensati come qualcosa che causa la malattia.

Tuttavia, i corpi sono pieni di batteri, sia buoni che cattivi. I probiotici vengono spesso definiti batteri “buoni” o “utili”, perché aiutano a mantenere l’intestino sano. Contribuiscono al benessere totale, compresa la salute della pelle.

Inoltre, i probiotici contribuiscono a distinti vantaggi per i disturbi della pelle. È già stato dimostrato che i probiotici svolgono un ruolo nella pelle della brughiera, come la ricostruzione della dermatite atopica, la promozione della guarigione di cicatrici e ustioni, il ringiovanimento della pelle e il rafforzamento dell’immunità innata della pelle. Per coloro che soffrono di acne che hanno intestino malsano, l’integrazione con probiotici, in particolare lactobacillus acidophilus e il lievito saccharomyces cerevisiae, miglioreranno spesso la loro acne.

Anche l’ eczema e la psoriasi , che sono stati ampiamente valutati dalla comunità medica, hanno dimostrato di beneficiare dei probiotici. L’eczema è una condizione che provoca prurito, arrossamento, secchezza e screpolature della pelle. È una condizione a lungo termine o cronica nella maggior parte delle persone, sebbene possa migliorare nel tempo, specialmente nei . È stato dimostrato che l’offerta di probiotici ai riduce leggermente la probabilità che i sviluppino eczema. I probiotici hanno anche dimostrato di migliorare i sintomi dell’eczema nei pazienti affetti da questa condizione. La psoriasi è un altro disturbo della pelle, collegato all’infiammazione, in cui i probiotici orali hanno dimostrato di essere utili.

Se questi disturbi possono essere salvati dai probiotici, è molto lungo supporre che quei vantaggi possano estendersi ulteriormente all’invecchiamento della pelle? I batteri intestinali elevano il umano. Avere un forte avvantaggia tutti gli organi del corpo, compresa la pelle. Ci sono circa 100 milioni di microbi (batteri, funghi e virus) che vivono sul e nel corpo umano. La pelle si sta letteralmente muovendo lentamente con i batteri.

Attualmente, gli esperti stanno valutando se queste interazioni possono ridurre l’ infiammazione della pelle come la roscea e promuovere la produzione di collagene, nonché esaminare se i prodotti tropicali che hanno un contenuto di probiotici sono più efficienti per la salute della pelle rispetto ai probiotici orali. I ricercatori hanno raccomandato che i probiotici possano apportare benefici alla pelle non solo attraverso il tratto digestivo, ma anche quando somministrati in applicazioni tropicali come creme o lozioni.

delle rughe I
batteri buoni nell’intestino possono aiutare ad eliminare le tossine e i che possono danneggiare la pelle e causare i primi segni dell’invecchiamento. L’introduzione dei probiotici non solo eliminerà le tossine corporee, ma riparerà anche i danni dannosi causati dai . Potrebbe offrire qualche speranza nel rallentare la prova visibile di tutti quegli anni di esperienza di vita.

Rafforzare i
probiotici della barriera cutanea ha dimostrato di rafforzare la funzione barriera della pelle. La pelle gioca come una barriera fisica per salvaguardare gli organi interni ed evitare agenti patogeni e altre tossine. Non solo ci sono microflora che vivono nell’intestino umano, ma c’è anche un microbioma cutaneo, con microrganismi amici per la . È stato dimostrato che il microbioma cutaneo protegge da batteri ostili, dall’inquinamento e dai radicali liberi, che possono accelerare l’invecchiamento.

Idrata
I probiotici aiutano la pelle a mantenere l’umidità. Una pelle ben idratata rende le rughe meno visibili. Come discusso in precedenza, è stato scoperto che la crema per la pelle contenente streptococco termofili aumenta l’umidità della pelle delle donne anziane.

I danni del sole I probiotici possono aiutare a proteggere la pelle dai dannosi raggi UV che possono causare l’invecchiamento prematuro e le rughe. Non ci sono state molte ricerche in questo settore, ma ciò che è stato trovato è estremamente promettente.

Rosacea
Non esiste un consenso medico finale su ciò che provoca questa condizione, ma può diventare abbastanza evidente e causare angoscia alla persona che ne soffre. Appare in genere tra i 30 e i 60 anni ed è molto più comune nelle donne che negli uomini. Alla fine, può anche influenzare la forma del naso, causando il rigonfiamento e il rigonfiamento.
Gli studi hanno dimostrato che i probiotici, applicati direttamente sulla pelle e assunti internamente, possono migliorare e prevenire la rosacea.

Esistono molti trattamenti convenzionali comunemente raccomandati, come evitare i fattori scatenanti che irritano i sintomi (ad esempio: stress, cibo piccante, alcool solare o calore), farmaci da prescrizione (contenenti antibiotici o steroidi antinfiammatori o ) o IPL foto-trattamenti per il viso. Tuttavia, questi trattamenti spesso non forniscono alcun sollievo sostanziale.

Inoltre, Kefir è una bevanda a base di latte fermentato, che può essere prodotta facilmente ed economicamente in casa, estremamente ricca di probiotici (superiore alle capsule di probiotici), contenente molti ceppi di batteri e lieviti benefici. Molte persone affermano che creare una maschera per il viso con kefir è molto rilassante per la pelle affetta da rosacea. Kefir ha l’ulteriore vantaggio di contenere , un ingrediente anti-invecchiamento.

Probiotici orali e
asse della pelle del cervello intestinale Dagli anni ’30, gli scienziati hanno discusso dell’asse della pelle intestino-cervello. L’approccio alla base è che lo stress da solo o in combinazione con una dieta povera può influenzare i batteri sani che risiedono nell’intestino, causando i batteri ostili a iniziare a superare i batteri probiotici che normalmente risiedono lì. Alla fine, l’integrità del rivestimento intestinale è influenzata da questo e le tossine “fuoriescono” dall’intestino e nel corpo, causando infiammazioni che possono scatenare la rosacea.

Un’altra linea di evidenza che suggerisce una connessione tra l’intestino e la pelle è l’osservazione che i probiotici migliorano le condizioni della pelle. I probiotici orali hanno dimostrato di ridurre il lipopolisaccaride, migliorare la funzione di barriera intestinale e ridurre l’infiammazione

L’effetto benefico dei probioitici sulla pelle può spiegare perché i latticini pastorizzati e non fermentati sono associati all’acne, ma non i latticini fermentati. I probiotici consumati per via orale riducono i marcatori sistemici di infiammazione e stress ossidativo, entrambi elevati a livello locale in quelli con acne. I probiotici orali possono anche regolare il rilascio di citochine pro-infiammatorie all’interno della pelle.

Di Marzio L, Cinque B, Cupelli F, De Simone C, Cifone MG, Giuliani M (2008) Aumento dei livelli di pelle-ceramide in soggetti anziani a seguito di un’applicazione topica a breve termine della sfingomielinasi batterica dallo Streptococcus thermophilus. Int J Immunopathol Pharmacol 21 (1): 137-143

Il British Journal of Dermatology. 2010; 163 (3): 536-543.

https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2010/11/11/probiotics-send-signals-from-your-gut-to-your-skin.aspx

Want to Look Younger & Better? 8 Reasons Why Probiotics are an Essential Tool