Prima Crociata: il massacro degli abitanti della siriana Ma’arrat al-Nu’man

Tempo di lettura: 1 minuto

Nel corso della Prima Crociata avvenne il massacro degli abitanti della siriana Ma’arrat al-Nu’man (l’11 dicembre 1098). A Gerusalemme i Crociati passarono a fil di spada tutti gli ebrei presenti in città e ogni altro abitante musulmano della Città Santa, eccezion fatta per la guarnigione fatimide, che versò un cospicuo riscatto ai vincitore, potendo così, grazie a quell’oro, scampare alla sorte dei loro correligionari: «… I crociati, resi come pazzi da una vittoria così esaltante dopo tante sofferenze, si precipitarono nelle strade, nelle case e nelle moschee uccidendo tutti quelli che incontravano. Il massacro continuò per tutto il pomeriggio e per tutta la notte. … Quando Raimondo di Aguilers, più tardi nella mattinata, andò a visitare l’area del tempio, dovette aprirsi la strada fra i cadaveri e il sangue che gli arrivava alle ginocchia» (cfr. Runciman, op. cit., vol. I, p. 247).

Fonte: Wikipedia