Premio giornalistico Sabrina Sganga, presentata edizione 2017

Tempo di lettura: 1 minuto

E’ dedicata al tema “Obiettivo salute: saperi integrati per la prevenzione e cura sostenibili. Le nuove sfide del diritto alla salute; benessere, prevenzione e cura fra medicina convenzionale e medicina integrata” la quinta edizione del giornalistico Sabrina Sganga – Questione di stili 2017. Il , che ricorda la giornalista di Controradio scomparsa nel 2012, è diviso in due sezioni: la prima (5.000 euro) è aperta a progetti giornalistici da realizzare nei prossimi dodici mesi; la seconda (1.000 euro) sceglierà un prodotto giornalistico realizzato e pubblicato nel 2016.

Per entrambi verranno valutati tutti i tipi di media, tra cui, a titolo meramente esemplificativo, carta stampata, corti, comics, fotografie. Tra i parametri di valutazione avrà particolare rilevanza l’originalità del media utilizzato.

Il concorso è aperto a e mediattivisti: la scadenza per entrambe le sezioni è il 30 aprile 2017.

La giuria è composta da Sonia Baccetti (presidente), Vera Sganga, Camilla Lattanzi, Annalisa De Luca, Mariella Di Stefano, Oliver Haag, Giulia Chiarini, Rosanna Abbate.

Sabrina Sganga si è distinta per un lavoro pionieristico nel campo dei nuovi stili di vita, del consumo critico, delle economie solidali, dell’agrocoltura contadina e per l’affermazione di un nuovo modello di prevenzione e cura che abbia al centro la persona e che preveda l’integrazione di più modelli terapeutici come per esempio le medicine complementari.

L’Associazione costituita dalla famiglia e dagli amici di Sabrina intende portare avanti queste istanze.

Il 27 maggio, al SUC – Le Murate si terrà la cerimonia di premiazione dei vincitori e sarà presentata l’inchiesta condotta dai vincitori dell’edizione 2016, Daniela Sala e Gaetano Veninata, per il progetto “I nuovi italiani contro lo sfruttamento” e Leila Salah per il progetto “Arcobaleno Islam”.